La ex insulta Meghan Markle: espulso leader Ukip

Henry Bolton (Getty Images)
3' di lettura

Henry Bolton è stato esautorato dal suo ruolo dopo una riunione d'emergenza del partito. Paga gli insulti dell'allora fidanzata, Jo Marney, alla futura consorte del principe Harry

Il leader del partito britannico euroscettico Ukip, Henry Bolton, è stato espulso dal partito dopo una riunione di emergenza, per lo scandalo relativo alla sua ex fidanzata, la modella 25enne Jo Marney, colpevole di offese razziste nei confronti della futura consorte del principe Harry, Meghan Markle.

La riunione e l'esclusione

La decisione è stata presa in seguito a un riunione di emergenza del congresso del partito a Birmingham. Dopo che Bolton si è rifiutato di dimettersi, il suo caso è stato portato davanti al congresso: 867 membri hanno votato per la mozione di sfiducia, mentre 500 si sono dichiarati contrari. L'ex leader ha dichiarato di sentirsi "profondamente deluso" e di non voler abbandonare il mondo della politica, ma anzi di cercare nuove opportunità, compresa la possibilità di accasarsi in un diverso partito. In un'intervista a Sky News, precedente all'espulsione, Bolton aveva criticato "la vivisezione della sua vita privata", paragonando la sua vicenda a quella della principessa Diana e di Dodi al Fayed, per l'attenzione morbosa dei media sul caso. Bolton non ha escluso nemmeno la possibilità di adire le vie legali, per opporsi alla procedura del partito.   

Gli insulti a Meghan Markle

L'ex fidanzata di Bolton, la modella 25enne Jo Marney, aveva utilizzato espressioni offensive e razziste per parlare di Meghan Markle, futura consorte del principe Harry, in alcuni messaggi privati pubblicati a gennaio dal quotidiano britannico Daily Mail. Meghan Markle era stata definita una "donna di facili costumi" e "un'afroamericana che macchierà la nostra famiglia reale". "La prossima volta avremo un primo ministro musulmano o un re nero", scriveva Marney, evidentemente contrariata dalle origini dell'attrice. Dopo lo scandalo, il numero uno dell'Ukip aveva rotto la relazione con la modella, definendola incompatibile con il proprio ruolo politico. Tuttavia, negli ultimi giorni, Bolton si era detto ancora legato alla donna, verso cui continua a provare un forte affetto. La stessa Marney ha voluto commentare su Twitter la decisione del congresso Ukip, criticando aspramente i membri del congresso del partito: "Branco di pagliacci. Il mio amore per Henry non dipende dalla sua leadership politica. Non aspiro ad andare da nessuna parte".

Il nuovo leader dell'Ukip

Henry Bolton era stato eletto lo scorso settembre e la sua esclusione comporta il quarto cambio di leadership nell'Ukip in soli 18 mesi. Per il momento, la guida del partito è stata affidata ad interim al deputato del Parlamento Gerard Batten, anch'egli figura piuttosto controversa: lo scorso anno aveva infatti dichiarato che i non musulmani dovrebbero avere una "paura razionale dell'Islam", definito un "culto di morte e di violenza".

Leggi tutto
Prossimo articolo