Usa, anche la Camera approva la legge di bilancio: fine dello shutdown

3' di lettura

Il sofferto voto è arrivato oltre la scadenza dopo l'ostruzionismo del repubblicano Paul, che al Senato ha tenuto un intervento fiume di sei ore 

 

Dopo l'ok del Senato, anche la Camera dei Rappresentanti ha approvato la legge di bilancio mettendo così fino allo shutdown ovvero l'interruzione di tutte le attività federali, a partire dai servizi meno essenziali, per impedire al governo di sforare il bilancio. Il disegno di legge, che ha avuto il via libera solo grazie ad una manciata di voti, permette la riapertura degli uffici governativi per 6 settimane e, secondo quanto afferma Cnn, spiana la strada ad un aumento da oltre 400 miliardi di dollari della spesa militare e interna.

Via libera al bilancio federale

Il sofferto via libera della Camera, 240 sì e 186 no, è arrivato oltre la scadenza a causa dell'ostruzionismo del repubblicano Paul al Senato che ha tenuto in ostaggio il voto per 6 ore.

Il discorso di Paul durato oltre sei ore

Paul, ex candidato presidenziale, conservatore “libertario” ed esponente dei Tea Party, ha infatti inscenato un intervento fiume con il solo scopo di impedire la votazione entro i termini. Una protesta, la sua, contro l'aumento della spesa e del tetto sul debito. "Il motivo per cui sono qui oggi e' per mettere la gente in difficoltà - ha detto Paul durante la sua arringa fiume con tanto di slide - voglio che ci si senta in difficoltà. Voglio che si spieghi agli elettori come si poteva essere contro il deficit dell'ex presidente Barack Obama e ora a favore di quello repubblicano". 

Donald trump alla Casa Bianca: tutti i video
Guarda tutti i video

Data ultima modifica 09 febbraio 2018 ore 11:59

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"