Migranti, almeno 90 migranti sarebbero annegati al largo della Libia

Foto d'archivio Getty
1' di lettura

A riportarlo è l'Organizzazione internazionale per le migrazioni. A ribaltarsi un barcone, forse troppo carico, con a bordo persone principalmente di nazionalità pachistana. Tre i sopravvissuti, dieci corpi ritrovati su una spiaggia libica  

L'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) teme che circa 90 migranti siano affogati nel naufragio di un barcone al largo delle coste della Libia. Le persone a bordo sarebbero state per la maggior parte di nazionalità pachistana. Il barcone era carico di migranti e probabilmente si è rovesciato per questo motivo. I sopravvissuti sarebbero tre, ha spiegato la portavoce dell'Oim Olivia Headon, e dieci corpi sono stati rinvenuti su una spiaggia nei pressi della città di Zuwara, in Libia. I sopravvissuti avrebbero riferito ai soccorritori della nazionalità delle persone sul barcone. La portavoce dell'Oim ha fatto sapere anche che il numero esatto delle vittime deve ancora essere verificato. Dall'inizio del 2018, riporta sempre l'Oim, sono 246 i migranti che hanno perso la vita in mare.

Leggi tutto
Prossimo articolo