Marijuana legalizzata in California, reportage di Sky TG24 dagli Usa

3' di lettura

Dall'1 gennaio 2018 nel Golden State è entrata in vigore la depenalizzazione della cannabis anche a scopo ricreativo, approvata tramite referendum nel 2016. Il prodotto si potrà acquistare solo nei negozi autorizzati. A breve potrebbe arrivare una norma simile in Canada

Dall'1 gennaio 2018 la California ha ufficialmente legalizzato la marijuana anche per uso ricreativo ed è destinata a diventare il maggiore mercato mondiale per la cannabis. Con l'inizio del nuovo anno, la marijuana può essere acquistata nei negozi di molte località, ma non ancora a San Francisco e Los Angeles, dove le autorità non hanno ancora iniziato a concedere le licenze ai negozi. In quest'ultima città, le prime autorizzazioni dovrebbero essere emesse mercoledì 3 gennaio. Le telecamere di Sky TG24 sono andate in California nei primi giorni dopo lo storico cambiamento per vedere come stanno funzionando le novità introdotte.

L’introduzione dopo il referendum

Il 2018 ha sancito l'entrata in vigore della legalizzazione della marijuana a scopo ricreativo, stabilita dalla una legge, la Proposition 64, approvata nel novembre del 2016 dopo il referendum che ha visto esprimersi direttamente i cittadini. La California già dal 1996 aveva legalizzato l'utilizzo medico della cannabis. L’uso ricreativo della marijuana è invece legale in altri sette stati dell’Unione, ma il Golden State è il più grande a fare questo passo. A breve anche il Canada potrebbe seguirne la strada e sarebbe il primo Paese del G7 a farlo.

Com'è la situazione nel mondo: Sky Wall

Cosa prevede la legge

Secondo la nuova legge, le persone maggiori di 21 anni possono possedere, trasportare, comprare e consumare fino a 28,5 grammi di marijuana (un’oncia) e fino a 8 grammi di marijuana concentrata. Gli adulti possono coltivare fino a sei piantine di marijuana a famiglia, ma fuori dalla vista del pubblico. Resta vietato l'uso nei luoghi pubblici, ad esempio al ristorante o al cinema e al volante. La legalizzazione è accompagnata da regole e vincoli commerciali simili a quelle del mercato degli alcolici e del tabacco: i consumatori sono tenuti a mostrare il documento e devono poter pagare in contanti.

La vendita nei negozi

Secondo Business Insider, con la nuova legge il mercato della marijuana in California dovrebbe crescere fino a 3,7 miliardi di dollari quest'anno e a oltre 5 miliardi nel 2019. Ma per il momento l’acquisto non è ancora semplice: lo Stato ha concesso solo una novantina di licenze a negozi per iniziare a vendere la cannabis: le richieste arrivate erano state invece più di mille. Los Angeles, West Hollywood, San Francisco, San Diego, Oakland, Santa Cruz e San Jose sono le città che finora, come richiesto dal referendum, hanno dato luce verde, ma molti punti di vendita (compresa tutti quelli di Los Angeles) non hanno ancora il permesso. Mentre per 300 altre municipalità tutto resta ancora come prima: la vendita è permessa solo con ricetta medica.

Leggi tutto
Prossimo articolo