Gb, molestie Westminster: si dimette il vicepremier Green. May: triste

2' di lettura

Il braccio destro del primo ministro britannico lascia dopo che erano emerse accuse a suo carico ed erano state trovate foto pornografiche sul suo computer

 

Damian Green, numero due dell'esecutivo britannico guidato da Theresa May, si è dimesso. Lo scrive la Bbc. Green era finito nella bufera per un archivio di foto porno che era stato trovato anni fa nel suo computer di deputato a Westminster. Era stata la stessa premier Theresa May a fine ottobre a definire "intollerabile" lo scandalo molestie a Westminster.

Lascia per violazione del codice di comportamento

Un'inchiesta interna era stata aperta sul fatto che aveva palpeggiato le ginocchia di una giovane attivista conservatrice. Il primo novembre lo aveva accusato di molestie anche la reporter Kate Maltby. Ufficialmente Green ha lasciato l'incarico per aver violato "il codice di comportamento" del governo di Sua Maestà.

May: sono molto triste

La premier Theresa May si è detta "profondamente triste" per le dimissioni del suo vice Damian Green. May ha avuto parole di apprezzamento per l'attività di governo di Green - suo strettissimo alleato e amico sin dai tempi della gioventù - ma aggiunge di aver dovuto lei stessa chiedergli un passo indietro poiché dall'inchiesta interna è emersa una "violazione del codice di condotta" del Governo.

 

Leggi tutto
Prossimo articolo