Corea del Nord, l'ultimo missile "avvistato" da un aereo Cathay

Mondo
missile_nord_corea_getty

La notizia è stata confermata alla Bbc dalla compagnia aerea, che al momento non ha intenzione di modificare le proprie rotte. Il velivolo si trovava sulla tratta San Francisco-Hong Kong quando l'equipaggio avrebbe visto il test missilistico del regime di Kim Jong-un

L’equipaggio di un volo della compagnia Cathay Pacific avrebbe visto, mentre era in cielo, il missile balistico lanciato dalla Corea del Nord il 28 novembre. L'aereo si trovava sulla rotta San Francisco-Hong Kong. L’equipaggio sarebbe stato testimone del rientro nell’atmosfera del missile, caduto nelle acque del Giappone. La compagnia aerea ha confermato alla Bbc che l’equipaggio del volo CX893 ha effettuato la segnalazione dopo l’avvistamento e che comunque non è in programma al momento alcuna modifica delle rotte dei propri aerei.

La segnalazione

Secondo quanto riportato dal South China Morning Post, l’equipaggio del volo CX893 in volo da San Francisco ad Hong Kong avrebbe riferito alla torre di controllo: “State in guardia, abbiamo assistito all’esplosione del missile nordcoreano precipitato vicino alla nostra attuale posizione”. Una portavoce di Cathay Airlines, citata sempre dal South China Morning Post, ha precisato che il volo si trovava lontano dal luogo dell’impatto del missile, ma che l’equipaggio ha comunque effettuato la segnalazione alla torre di controllo secondo le procedure previste.

Il lancio del missile

Il 28 novembre la Corea del Nord ha testato con successo il missile 'Hwasong-15' che è caduto nelle acque del Giappone e che, secondo gli esperti, potrebbe avere una gittata da 13mila chilometri, e potenzialmente potrebbe raggiungere il territorio degli Stati Uniti. Anche la scorsa estate due missili erano caduti nelle vicinanze del Giappone: entrambi avevano sorvolato l’isola di Hokkaido, uno il 29 agosto e l’altro il 15 settembre. Il lancio del missile balistico ha alimentato le tensioni tra Washington e Pyongyang. Il presidente degli Usa Donald Trump ha detto per prima cosa dopo la notizia: “Ce ne occuperemo” e ha parlato al telefono con il premier del Giappone Shinzo Abe e il presidente sudcoreano Moon Jae-in.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24