Papa Francesco in Colombia, "viaggio all'insegna della pace"

Mondo

Bergoglio è il terzo Pontefice che visita il Paese sudamericano dopo Paolo VI e Giovanni Paolo II. Allo scalo a Bogotà sarà accolto dal presidente della Repubblica Santos, premiato con il Nobel per la Pace nel 2016

Papa Francesco parte per il suo viaggio in Colombia, dove resterà fino a domenica. Il volo che porta il Pontefice nel Paese sudamericano decolla dall’aeroporto di Fiumicino alle 11 e l’arrivo è previsto per le 16.30 ora locale (le 23.30 ora italiana). Si tratta del ventesimo all'estero del suo pontificato, il quinto in America Latina. Bergoglio è il terzo Papa a recarsi nel Paese sudamericano dopo Paolo VI nel 1968 e Giovanni Paolo II nel 1986. (TUTTI I VIAGGI DI BERGOGLIO NEL 2017) "Cari amici, per favore pregate per me e tutta la Colombia dove mi recherò per un viaggio all'insegna della riconciliazione e della pace", è stato il messaggio del Pontefice in un tweet alla vigilia del suo nuovo viaggio apostolico.

Il benvenuto del presidente Santos

Il primo giorno del programma è quasi interamente occupato dal lungo volo di andata. Bergoglio atterrerà nell'area militare dell'aeroporto di Bogotà. Allo scalo della capitale colombiana è previsto l'unico momento istituzionale della giornata: una semplice cerimonia di benvenuto, senza discorsi ufficiali, in cui Francesco sarà accolto dal presidente della Repubblica Juan Manuel Santos Calderon, Premio Nobel per la Pace nel 2016, autore dello storico accordo con l'ex guerriglia delle Farc, accompagnato dalla consorte. 

Il programma della visita

Dopo il benvenuto all'aeroporto, il Papa percorrerà sulla “papamobile" aperta i circa 15 km verso la Nunziatura apostolica, suo alloggio per tutta la durata della visita, lungo strade in cui è attesa già la presenza di centinaia di migliaia di fedeli. Al suo arrivo in Nunziatura, poi, Francesco sarà accolto all'esterno da un gruppo di fedeli con canti e danze tradizionali. La vera e propria visita di cortesia al capo dello Stato Santos è prevista per giovedì mattina. Dopo Bogotà, il Pontefice visiterà nei giorni seguenti anche le città di Villavicencio, Medellin e Cartagena. 

La situazione in Colombia 

Il Paese si è mobilitato per accogliere il primo Papa sudamericano della storia. La Colombia attraversa una fase di forte evoluzione, anche economica, essendo entrata nell’orbita Usa come cuscinetto del vicino Venezuela nell’area. Un anno fa  il governo ha raggiunto la storica "riconciliazione" nazionale, grazie all’accordo con gli ex guerriglieri delle Farc. Una tregua arrivata dopo 50 anni di violenze: almeno 260 mila morti, più di 60 mila dispersi e oltre 7 milioni di sfollati e rifugiati. Proprio la ricomposizione di questa spaccatura del Paese è uno degli obiettivi di questo viaggio papale. Bergoglio pregherà con le vittime ma anche con gli ex guerriglieri. Nei giorni scorsi è arrivato anche l'accordo per un cessate il fuoco bilaterale fino al gennaio 2018 tra governo ed Esercito di liberazione nazionale (Eln). Un altro tema spinoso che il Papa affronterà nel suo viaggio è quello della lotta al narcotraffico, da sempre centrale in Colombia.


Leggi anche:
  • Lo Hwasong-14 e gli altri missili della Corea del Nord. SCHEDA
  • Uragano Irma verso gli Usa, evacuate isole delle Bahamas
  • Pavia, rogo in azienda di recupero rifiuti speciali: rischio diossina
  • Gino Strada: "Dire che i vaccini fanno male è una fesseria"
  • Mondo: I più letti

    Arriva sempre primo

    Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

    Hai attivato le notifiche di sky tg24