Manifestazione No Green Pass a Milano: 5 arresti dopo il corteo

Lombardia

Le persone fermate devono rispondere dell'accusa di resistenza a pubblico ufficiale e saranno processate lunedì mattina per direttissima

Sono 5 le persone arrestate per resistenza a pubblico ufficiale e che verranno processate lunedì mattina per direttissima in tribunale, per il corteo No Green Pass che si è svolto ieri pomeriggio a Milano. Sono i primi arresti effettuati nel capoluogo lombardo per le ormai consuete manifestazioni No vax e No Green pass che vengono organizzate ogni sabato. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI IN ITALIA E NEL MONDO - I DATI DEI VACCINI IN ITALIA)

Gli arresti dopo il corteo

Sono 11 i manifestanti portati in Questura per essere identificati e per una serie di accertamenti, di questi, su disposizione del pm di turno Ilaria Perinu, 5, di età compresa tra i 21 e i 48 anni, sono stati arrestati. Gli altri 6 portati in questura ieri verso sera sono indagati a piede libero per vari reati tra cui, oltre sempre a resistenza, manifestazione non preavvisata, interruzione di pubblico servizio e violenza privata. Le indagini sul corteo di ieri saranno coordinate da Alberto Nobili, il responsabile dell'antiterrorismo milanese, nel contesto di una ben più ampia inchiesta che vede i No vax e i No Green pass come stabili antagonisti e tra le loro fila sempre più tentativi di infiltrazioni di persone militanti nei partiti di destra o di sinistra. Una inchiesta per cui per ogni manifestazione finiscono denunciate e indagate una serie di persone, 41 solo per quella del 25 settembre.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24