Milano, si fa inviare 'droga dello stupro' dall'Olanda: arrestato conduttore tv

Lombardia
©Ansa

Si tratta di circa un litro di Gbl. Il 46enne dovrà rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Arrestato a Milano il conduttore tv e attore Ciro Di Maio, 46 anni, accusato di essersi fatto inviare dall'Olanda circa un litro di Gbl, ossia la cosiddetta 'droga dello stupro', una sostanza simile alla più potente Ghb. Dovrà rispondere di acquisto e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'operazione si inserisce nell'ambito di accertamenti in una più ampia indagine della Squadra mobile, che era partita mesi fa nel periodo del lockdown, sulla diffusione di droghe in feste private e rave party.

Sostanza sequestrata

L'arresto è stato eseguito ieri su disposizione del pm di turno di Milano, Leonardo Lesti, nell'ambito delle indagini compiute dalla Squadra mobile del capoluogo lombardo. La sostanza è stata sequestrata. Sul sito personale del 46enne si legge che Di Maio "dal 2009 è il volto del canale Marcopolo per il quale cura e conduce il programma televisivo di successo 'Diario Di Viaggio' girato in 30 paesi diversi in 5 continenti" e che ha "nel suo background anche partecipazioni come attore in fiction e film tv come 'Le tre rose di Eva 3', 'Un Medico In Famiglia 9', 'Un posto al sole', 'Padri e figli'".

Una foto tratta dal profilo Facebook di Ciro Di Maio, Roma, 25 Agosto 2021. FACEBOOK

 +++ATTENZIONE LA FOTO NON PUO' ESSERE PUBBLICATA O RIPRODOTTA SENZA L'AUTORIZZAZIONE DELLA FONTE DI ORIGINE CUI SI RINVIA+++
Il conduttore televisivo Ciro Di Maio - ©Ansa

Le indagini

La Polaria, polizia di frontiera aerea, ha individuato un pacco sospetto all'aeroporto di Fiumicino e gli investigatori hanno seguito la consegna fino a casa del conduttore, in zona Loreto. La droga sintetica, arrivata ieri con un corriere, aveva come destinatario finale della spedizione 'Mia Maio', uno pseudonimo del conduttore. Quest'ultimo in un primo momento ha provato a negare di aver ordinato quel pacco, ma poi ha detto di essere "dipendente" da quella sostanza "da molto tempo". 

Pare che nell'abitazione di Di Maio sia stata trovata anche altra quantità della stessa sostanza. Ed è stato calcolato che con un litro di Gbl si possono ottenere fino a 1400 dosi. Quel genere di stupefacente, che in Olanda viene venduto legalmente e che in Italia rientra nelle tabelle delle cosiddette 'droghe leggere', era stato spedito assieme ai flaconcini per le dosi.

Secondo quanto si apprende, Di Maio era già stato arrestato in flagranza lo scorso dicembre quando con lo stesso sistema si sarebbe fatto inviare quattro litri di Gbl, arrivati a casa sua dalla Cina. Era poi stato scarcerato e per quest'altra accusa di detenzione ai fini di spaccio per lui il processo dovrebbe iniziare ad ottobre.

Domani l'interrogatorio davanti al gip

L'arresto dovrà essere convalidato dal gip che deciderà anche sulla misura cautelare. Domani si terrà l'interrogatorio di garanzia davanti al gip Sara Cipolla. Intanto il pm Lesti ha chiesto per il 46enne la convalida dell'arresto e l'applicazione della custodia cautelare in carcere, anche evidenziando il fatto che su Di Maio pende un'altra accusa per l'episodio analogo di otto mesi fa.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24