Milano, inaugurato il nuovo Emporio Popolare di viale Molise

Lombardia

Si tratta di un centro di distribuzione viveri che oggi risponde ai bisogni di 140 famiglie in difficoltà. L'iniziativa è nata per volontà del Comitato Quartiere Case popolari Calvairate-Molise-Ponti (Aler) in collaborazione con Ricetta QuBì e con il sostegno del Comune

È stato inaugurato oggi il nuovo Emporio Popolare di viale Molise 5 a Milano, un centro di distribuzione viveri per le famiglie più in difficoltà del territorio nato per iniziativa del Comitato Quartiere Case popolari Calvairate-Molise-Ponti (Aler) in collaborazione con Ricetta QuBì, il programma di Fondazione Cariplo attivo su 25 quartieri della città per contrastare la povertà minorile, e con il sostegno del Comune di Milano e di Banco Alimentare Lombardia.

L'Emporio Popolare

Allestito due anni fa per sostenere inizialmente un piccolo gruppo di 25 famiglie del quartiere, l’Emporio ha visto nel tempo crescere il bisogno e le richieste tanto da arrivare oggi a servire un bacino di oltre 140 nuclei familiari con bambini. Per questo, da una prima sede provvisoria di 40mq presso uno dei condomini Aler, si è reso ben presto necessario il trasferimento presso gli attuali locali di Viale Molise 5 e un allestimento con celle frigorifere, tavoli da lavoro e dispense per la conservazione dei prodotti alimentari, oltre che la creazione di un sistema digitalizzato per l’invio e l’accoglienza delle famiglie, oggi gestito in collaborazione con la Rete QuBì Umbria-Molise che così intercetta anche gli altri bisogni esistenti e li indirizza presso le differenti Associazioni di Terzo settore presenti sul territorio. L’Emporio è aperto alle famiglie nei pomeriggi del mercoledì, giovedì e venerdì, oltre che nella mattina del sabato. Numerosi i partner fornitori presso cui ogni settimana avviene il ritiro dei prodotti: da Banco Alimentare Lombardia, a Ortomercato, a Coop, fino a NaturaSì, con il circuito di SpesaSospesa. Numerosi anche i volontari coinvolti nel sistema di recupero, sistemazione e redistribuzione dei cibi freschi e secchi, un giro di oltre 30 adulti, di cui circa la metà appartenenti alle stesse famiglie che beneficiano degli aiuti alimentari, in un circuito virtuoso di coinvolgimento e partecipazione diretta. Tra i volontari più attivi spiccano Grazia Casagrande, coordinatrice dell’Emporio e volontaria da 20 anni del Comitato Quartiere Case popolari Calvairate-Molise-Ponti (Aler) e il marito Massimo Gentili, protagonista delle fasi logistiche, una coppia diventata nel tempo un punto di riferimento per le famiglie e il simbolo dell’accoglienza di questo luogo in cui si incontrano ogni giorno famiglie di oltre 20 nazionalità diverse provenienti da tutto il quartiere.

L'inaugurazione del nuovo Emporio Popolare

Al taglio del nastro stamane sono intervenuti la Vicesindaco con delega alla Food Policy Anna Scavuzzo, l’Assessore alle Politiche Sociali e Abitative Gabriele Rabaiotti, il Coordinatore della Commissione Servizi alla Persona di Fondazione Cariplo Marco Rasconi, la Direttrice Amministrativa di Aler Milano Stefania Giaramidaro e Pierangelo Galimberti e Isabella Corso di Banco Alimentare Lombardia.

L'emporio popolare

L'assessore Scavuzzo: “In questi anni nati tanti progetti”

“Dalla collaborazione tra il Comune e le realtà del Terzo settore sono nati in questi anni diversi progetti di contrasto alle povertà - dichiarano la Vicesindaco Anna Scavuzzo e l’Assessore alle Politiche Sociali e Abitative Gabriele Rabaiotti - che hanno creato basi solide che hanno poi permesso all’Amministrazione di fronteggiare rapidamente ed efficacemente i nuovi bisogni che sono venuti a crearsi con l’emergenza sanitaria. Il nuovo Dispositivo di Aiuto Alimentare, promosso dal Comune di Milano nell'ambito della Food Policy e di Milano Aiuta, è andato quindi a sostenere proprio quelle realtà che già lavoravano sul territorio per il contrasto alla povertà alimentare e che avevano progetti in grado di continuare a garantire un sostegno alle famiglie maggiormente in difficoltà, come quello del Comitato Case popolari Calvairate-Molise-Ponti, grazie a cui oggi è stato inaugurato un nuovo emporio”.

Rasconi (Fondazione Cariplo): “I bisogni delle famiglie in difficoltà aumentano”

“L’Emporio Molise-Calvairate-Ponti è una iniziativa di un gruppo di volontari che grazie al lavoro di Rete svolto sul territorio da Programma QuBì ha trovato più forza e sostegno, insieme alle risorse, per arrivare a servire un numero sempre più alto di persone”, spiega il coordinatore della Commissione Servizi alla Persona di Fondazione Cariplo, Marco Rasconi. “I dati, purtroppo, dimostrano che i bisogni delle famiglie in difficoltà aumentano, dobbiamo sostenerle, non solo nelle necessità immediate, ma nel tenerle dentro la comunità, da cui nascono relazioni e opportunità che portano gradualmente le famiglie a ritrovare la propria autonomia per poter guardare al futuro, una volta uscite dall'emergenza. Fondazione Cariplo insieme alle organizzazioni non profit che operano in prima linea punta a ridurre le disuguaglianze e a rafforzare il tessuto sociale delle nostre comunità”.

L'impegno dei volontari e del quartiere

“L’Emporio Molise-Calvairate-Ponti non è nato a seguito dell’emergenza Covid ma per un’emergenza povertà” racconta Grazia Casagrande, coordinatrice dell’Emporio e volontaria da 20 anni del Comitato Quartiere Case popolari Calvairate-Molise-Ponti (Aler). “Avevamo capito da molti segnali che le famiglie del quartiere avevano bisogno di un sostegno pratico e così abbiamo fatto di tutto per avere i requisiti necessari per rispondere adeguatamente alle richieste. La cosa bella è che oltre la metà dei volontari attivi sono gli stessi beneficiari dell’Emporio che hanno chiesto di dare una mano, dando un segnale di grande partecipazione e dignità. E non appena trovano lavoro e si rendono indipendenti ci telefonano per comunicare che non verranno più, così da lasciare il posto ad altre famiglie in difficoltà”.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24