Raffica di furti nelle province di Monza-Brianza, Bergamo, Lecco e Como: cinque arresti

Lombardia
©IPA/Fotogramma

La banda avrebbe messo a segno 47 colpi in abitazione. Tra gli arrestati anche un ex agente 56enne di polizia penitenziaria che dall’agosto 2020 percepiva il reddito di cittadinanza

Nel corso di un’operazione dei carabinieri della compagnia di Merate (che ha coinvolto una quarantina di militari) sono state eseguite cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Lecco nei confronti di altrettante persone sospettate di aver messo a segno 47 furti in abitazione sia nel Lecchese, sia nelle province di Como, Bergamo, Monza e Brianza.

Gli arrestati

In arresto quattro uomini di origini albanesi e un italiano di 56 anni, ex agente di polizia penitenziaria, che percepiva il reddito di cittadinanza dall’agosto del 2020. Quest’ultimo era finito nei guai dieci anni fa e congedato perché procurava telefonini e droga ai detenuti che sorvegliava. Nelle 90 pagine di ordinanza di custodia cautelare emerge il ruolo di basista del 56enne in diversi colpi messi a segno. La direzione provinciale dell'Inps ha avviato la procedura per la revoca immediata del reddito di cittadinanza.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24