Mafia Gela, deve scontare condanna definitiva: arrestato

Lombardia
©Ansa

L'uomo è stato condannato al pagamento della pena pecuniaria di 2.200 euro e alle pene accessorie dell'interdizione legale e dei pubblici uffici

La polizia ha arrestato Missuto Sandro, 42enne di Gela: deve scontare una condanna definitiva a cinque anni, un mese e 10 giorni di reclusione per i reati di associazione mafiosa ed estorsione, commessi a Gela dal 2002 al 2009. L'uomo è stato condannato al pagamento della pena pecuniaria di 2.200 euro e alle pene accessorie dell'interdizione legale e dei pubblici uffici. Con la sentenza di condanna è stata applicata anche la misura di sicurezza della libertà vigilata per tre anni.

Sequestro patrimonio a esponente clan di Noto

Inoltre, il Tribunale di Catania ha sequestrato il patrimonio di Pietro Crescimone 59 anni, detenuto. I sigilli sono stati messi a due vasti appezzamenti di terreno, un motociclo, un autocarro e un'autovettura di lusso oltre a vari rapporti bancari e postali intestati o riconducibili a Crescimone e alla moglie. Crescimone farebbe parte del clan "Trigila - Pinnintula" di Noto. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.