Covid Lombardia, sindacati: "Grave escludere da vaccino educatori materne e nidi"

Lombardia

Per i sindacati è "molto grave che la salute e la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori sia tutelata in modo differente in base al soggetto che eroga il servizio, Stato o Comune, e che tutto il personale educativo dei servizi 0-6 anni, la cui utenza è anche priva di dispositivi individuali, non meriti pari trattamento"

Tramite un comunicato congiunto dei segretari regionali Manuela Vanoli (Fp Cgil), Mauro Ongaro (Fp Cisl) e Daniele Ballabio (Uil Fpl) i sindacati lombardi chiedono un incontro "urgente" alla regione Lombardia per evitare l'esclusione dalle vaccinazioni anti Covid (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - MAPPE E GRAFICI - L'EMERGENZA IN LOMBARDIA E A MILANO) degli insegnanti delle materne e dei nidi comunali.

"Grave escludere scuole d'infanzia e asili comunali"

"Apprendiamo che Regione Lombardia - si legge nella nota - sta per aprire le prenotazioni per le vaccinazioni anti Covid del personale delle scuole statali, a partire dall'infanzia. Sembrerebbe che siano esclusi da questa prima finestra di prenotazione le scuole dell'infanzia gestite dai Comuni e tutti gli asili nido, nonostante - spiegano i segretari - questi ultimi pare siano l'unico servizio educativo che rimarrebbe aperto anche in zona rossa e lo è già in arancione rinforzata". Per i sindacati è "molto grave che la salute e la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori sia tutelata in modo differente in base al soggetto che eroga il servizio, Stato o Comune, e che tutto il personale educativo dei servizi 0-6 anni, la cui utenza è anche priva di dispositivi individuali, non meriti pari trattamento". La richiesta dei segretati è che la "Regione si attivi prontamente per garantire parità di tutele e di condizioni lavorative. Per noi la priorità resta sempre la salute di tutti: personale, bambini e famiglie".

La campagna vaccinale lombarda riservata al personale scolastico

Da lunedì 8 marzo inizierà la campagna vaccinale riservata al personale scolastico in Lombardia, per una platea di oltre 200.000 persone delle scuole primarie e secondarie. Tali elenchi sono in fase di integrazione con i nominativi delle scuole paritarie, della prima infanzia e nidi. Nei prossimi giorni arà attivato il portale per le iscrizioni alla campagna vaccinale sul sito di Regione Lombardia, oltre a un apposito numero verde. Gli interessati riceveranno in seguito l'sms che indicherà luogo, data e ora in cui sara' somministrato il vaccino. A rivelarlo è stato il nuovo direttore generale dell'assessorato al Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi, nel corso di una riunione convocata dall'assessore regionale all'Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione Fabrizio Sala insieme al direttore generale della DG Istruzione Gianni Bocchieri. La somministrazione dei vaccini della Campagna personale scuola è affidato alle singole ATS e potrà avvenire anche in strutture private accreditate. Sarà utilizzato il vaccino Astra Zeneca. I tempi per il completamento di questa operazione dovrebbero essere contenuti in 5 settimane.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.