Covid Milano, presenze contingentate in Galleria Vittorio Emanuele fino al 6 gennaio

Lombardia
©Ansa

È quanto ha stabilito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica, riunito oggi dal prefetto Renato Saccone per dettare le linee delle attività di controllo da attivare per le festività. Previsti presidi delle forze dell'ordine e maggiori controlli

Per le festività, le presenze all’interno della Galleria Vittorio Emanuele di Milano saranno contingentate, con flussi obbligati di uscita. È quanto ha stabilito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza pubblica, riunito oggi dal prefetto Renato Saccone per dettare le linee delle attività di controllo da attivare fino al 6 gennaio. (CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA SITUAZIONE A MILANO)

Controlli negli esercizi pubblici

Sono inoltre previsti presidi delle forze dell'ordine, con stazioni mobili nel centro del capoluogo lombardo, e maggiori controlli negli esercizi pubblici per vigilare sul pieno rispetto delle misure anti Covid, dall'obbligo di indossare la mascherina al mantenimento delle distanze interpersonali, con il numero massimo di quattro clienti per ogni tavolo di bar e ristoranti, al rispetto dell'orario di chiusura alle 18. In caso di violazioni, per i locali è prevista la sospensione dell'attività per cinque giorni. Sono passibili di sanzioni anche i clienti che si attardano nei locali o nelle immediate adiacenze; dopo l'orario di chiusura è infatti vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24