Covid, Massimo Galli: “Molte morti potevano essere evitate”

Lombardia
©Ansa

Così il direttore del Dipartimento malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano: “Temo che non ci sia alcun dubbio sul fatto che la situazione sia ampiamente fuori controllo: le misure adottate vanno applicate con estrema attenzione ed efficacia se vogliamo riuscire ad invertire la tendenza”

"Le altre malattie non vanno in sciopero perché c'è la Covid: bisogna organizzarsi in modo da vagliare bene tutte le situazioni che non possono essere rimandate, altrimenti la pandemia finirà con il fare dei danni che vanno ben al di là del tristissimo gran numero di morti. Morti che - e questo è un grande rammarico - potevano essere contenuti ed evitati". Lo ha affermato Massimo Galli, direttore del Dipartimento malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano, intervenuto questa mattina ad Agorà, su Rai 3. (CORONAVIRUS: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA SITUAZIONE A MILANO)

"Situazione ampiamente fuori controllo"

"Tutti ricordiamo che cosa è successo questa estate - ha aggiunto - con aperture generali che non ci potevamo permettere. Temo che non ci sia alcun dubbio sul fatto che la situazione sia ampiamente fuori controllo: le misure adottate - ha concluso Galli - vanno applicate con estrema attenzione ed efficacia se vogliamo riuscire ad invertire la tendenza e non trovarci in una situazione ancora più complessa". 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24