Covid, Ricciardi: “La Lombardia doveva essere zona rossa da settimane”

Lombardia

“Già ora gli ospedali non sono in grado di provvedere figuriamoci se i casi dovessero raddoppiare o triplicare, sarebbe una catastrofe”, ha poi aggiunto il consulente scientifico del ministro della Salute

"La Lombardia era già da diverse settimane in condizione da limitare la circolazione, soprattutto in alcune aree metropolitane", ha affermato Walter Ricciardi, consulente scientifico del ministro della Salute, nel corso della trasmissione di Rai Radio 1 'In Vivavoce'. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEI CONTAGI)

Ricciardi: “Già ora gli ospedali non sono in grado di provvedere”

"Quando la circolazione del virus raggiunge quasi il 2 dell'indice di contagio – ha spiegato Ricciardi – significa che i casi, oltre ad una certa soglia, raddoppiano ogni due o tre giorni. Già ora gli ospedali non sono in grado di provvedere figuriamoci se i casi dovessero raddoppiare o triplicare, sarebbe una catastrofe. Dobbiamo capire che dobbiamo combattere contemporaneamente la pandemia virale e la pandemia economica – ha aggiunto – se ci sono persone in grave difficoltà per queste misure vanno aiutate ma non bisogna fare come gli Stati Uniti che hanno precipitato la loro economia nella più grande recessione della loro storia, ignorando il fatto che se il virus non viene contenuto produce migliaia di morti e migliaia di malati. Le due cose non devono essere in contraddizione".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24