Caso Ruby, affidamento in prova a Emilio Fede: potrà uscire di giorno

Lombardia

Ha terminato il periodo di detenzione domiciliare e da oggi potrà uscire di casa dalle 6.30 alle 22. Lo ha disposto il Tribunale di sorveglianza di Milano

Emilio Fede ha ottenuto stamane l'affidamento in prova ai servizi sociali. L'ex direttore del Tg4, condannato in via definitiva a quattro anni e sette mesi ad aprile dell'anno scorso  per il caso Ruby bis (TUTTI I PROCESSI), ha terminato il periodo di detenzione domiciliare e da oggi potrà uscire di casa per tutto il giorno, dalle 6.30 alle 22. Per recarsi dalla moglie a Napoli, dove è stato arrestato il 23 giugno per evasione dalla detenzione domiciliare, o in generale uscire fuori dalla Lombardia dovrà fare istanza per ottenere l'autorizzazione. Lo ha disposto il Tribunale di sorveglianza di Milano.

Il legale: "Abbiamo ottenuto il massimo possibile"

Il provvedimento che concede al giornalista, quasi 90enne, l'affidamento in prova per espiare meno di 4 anni e che ha avuto il parere favorevole del sostituto pg Antonio Lamanna, è arrivato stamane ed è firmato del giudice Gaetano la Rocca. Ieri si è tenuta l'udienza nell'aula dedicata ai procedimenti della Sorveglianza al pian terreno del palazzo di giustizia alla quale Fede, accompagnato dal suo legale, Salvatore Pino, ha partecipato. "Siamo soddisfatti - ha affermato l'avvocato - perchè abbiamo ottenuto il massimo possibile".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24