Incendio in una casa Aler, due morti a Cernusco sul Naviglio. VIDEO

Lombardia

Le vittime avevano 86 e 51 anni ed erano madre e figlia. La 51enne aveva problemi psichici: una delle ipotesi degli investigatori da verificare con ulteriori elementi, è che sia stata proprio lei ad appiccare il rogo

Sono morte due persone, madre e figlia di 86 e 51 anni, nell'incendio divampato questa mattina in un palazzo a Cernusco sul Naviglio, nel Milanese, che ha reso necessario lo sgombero degli altri 24 condomini. Le fiamme sono scoppiate attorno alle 8:35 al terzo piano di uno stabile Aler di otto piani in via Don Sturzo 11.

Il ritrovamento

L'anziana, Liliana Noal, costretta a letto perché disabile, è stata trovata in camera completamente carbonizzata, mentre il cadavere della figlia, Maria Mento, era sul pianerottolo con numerose ustioni. Le fiamme sono partite dal loro appartamento al terzo piano, le cause sono ancora da accertare. Secondo quanto comunicato dai carabinieri, la 51enne aveva problemi psichici ed era in cura in un centro specializzato. Una delle ipotesi degli investigatori da verificare con ulteriori elementi, è che sia stata proprio la 51enne ad appiccare l'incendio. Inoltre, sette inquilini sono stati trasportati in ospedale: quattro a Cernusco e tre a Melzo. Altri 14, tra cui un disabile, hanno rifiutato il trasporto.

La nota dell'Aler

"Da un primo rilievo, l'incendio si è propagato da un appartamento della scala E, abitata complessivamente da 15 famiglie. All'interno dell'abitazione, dalla quale sono originate le fiamme, risultano abitanti 4 persone, da un primo bilancio sembra che 2 siano purtroppo decedute", è quanto si legge in una nota dell'Aler. Poi "Con il sindaco, tutta l'amministrazione di Cernusco insieme ad Aler è stata individuata e allestita in caso di necessità una palestra adiacente per garantire la permanenza alle famiglie evacuate, mettendo a disposizione tutto il necessario per assicurare una prima assistenza. L'edificio è stato recentemente oggetto di intervento di adeguamento degli impianti".

Aperto un fascicolo di indagine

Il pm di Milano, Giovanni Tarzia, ha aperto un fascicolo per incendio colposo, ma sulle cause del rogo è prudente. "Troppo compromessa la situazione per tentare un'ipotesi iniziale, le fiamme sono avanzate in modo molto rapido e devastante - sostiene -. L'incendio è stato particolarmente violento, ancora adesso che è stato domato non siamo in grado di dire dove si è originato. Le fiamme hanno interessato solo l'appartamento, ma saranno i successivi accertamenti tecnici a dare conferma della stabilità della palazzina".

Fontana: "Profondo cordoglio"

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e l'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità, Stefano Bolognini, a nome dell'intera Giunta esprimono "profondo cordoglio" per il decesso delle due donne. "A tutte le persone rimaste coinvolte e ricoverate - hanno continuato - rivolgiamo i nostri auguri di pronta guarigione". Il presidente Fontana e l'assessore Bolognini hanno anche voluto ringraziare i Vigili del Fuoco, il personale medico, le Forze dell'Ordine e il personale dell'Aler che "con il intervento immediato hanno evitato conseguenze ben più gravi".

Milano: I più letti