Voghera, picchia l’ex compagna e si barrica in casa con il figlio di 8 mesi: arrestato

Lombardia

Un 24enne ai domiciliari è sceso in strada col neonato in braccio, minacciando la donna e i poliziotti. Il padre 50enne del giovane, per impedire alle forze dell’ordine di prenderlo, ha lanciato bottiglie dal primo piano contro gli agenti: anche lui è stato ammanettato 

Un 24enne ai domiciliari ha prima picchiato la sua ex compagna, poi si è barricato in casa tenendo in braccio il figlio di soli 8 mesi. È successo nella tarda serata di ieri, a Voghera (in provincia di Pavia). La polizia, contattata dalla donna che ha subito l’aggressione, è giunta sul posto. Il giovane è stato ammanettato insieme al padre di 50 anni, che ha cercato d’impedirne l’arresto. Entrambi sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza del commissariato cittadino, in attesa dell’udienza di convalida davanti al tribunale di Pavia.

Il duplice arresto

Il 24enne, alla vista degli agenti, si è affacciato dal balcone dell'alloggio situato al primo piano, ha inveito contro i poliziotti. Il giovane, con in braccio il neonato, è poi sceso in strada con fare minaccioso verso l'ex compagna, ma è stato fermato dagli agenti, che sono riusciti anche a sottrargli il bambino. L'uomo è stato arrestato dopo aver cercato di aggredire le forze dell’ordine. Nel frattempo, il padre 50enne del ragazzo si è affacciato dalla finestra di casa e, nel tentativo di aiutare il figlio, ha lanciato bottiglie contro i poliziotti. Gli agenti sono riusciti con non poca fatica a entrare nell'appartamento e ammanettare l’uomo.  

Milano: I più letti