Smog in Lombardia, valori di Pm10 ancora superiori ai limiti

Lombardia

Valori oltre al limite a Milano e nelle province di Monza Brianza, Como, Lecco e Varese. A causa dello sciopero regionale del settore ferroviario oggi sono state revocate le misure di limitazione della circolazione dei veicoli più inquinanti

Ancora condizioni meteo favorevoli all'accumulo degli inquinanti in Lombardia, almeno fino a sabato, con l'unica eccezione di un venerdì 'neutro', secondo le previsioni di Arpa. Ieri le centraline milanesi hanno registrato ancora valori di Pm 10 superiori al valore limite. Valori sforati anche nelle centraline posizionate nelle province di Monza Brianza, Como, Lecco e Varese. A causa dello sciopero regionale del settore ferroviario oggi sono state revocate le misure di limitazione della circolazione dei veicoli più inquinanti per tutta la Lombardia. 

Revocate le misure antismog a Lodi e Cremona

Sono revocate da domani le misure temporanee anti smog nei Comuni con più di 30 mila abitanti e in quelli aderenti su base volontaria nelle province di Lodi (primo livello) e Cremona (secondo livello). I divieti restano invece attivi nelle province di Milano e Mantova. Lo comunica in una nota la Regione Lombardia. Per due giorni consecutivi infatti i valori medi di Pm10 sono stati al di sotto del limite nelle province di Lodi e Cremona.

Arpa: "Nel 2019 rispettato il limite annuo di Pm10" 

Durante l'anno appena trascorso su tutto il territorio regionale è stato rispettato il valore limite medio annuo di 40 microgrammi per metro cubo di PM10 e anche il numero di giorni di superamento del valore limite giornaliero (50 microgrammi per metro cubo), benché in buona parte della regione ancora sopra al limite dei 35 giorni, ha confermato un trend in diminuzione. Sono questi i dati relativi al 2019 presentati dall'assessore regionale all'Ambiente, Raffaele Cattaneo, insieme al presidente dell'Arpa Stefano Cecchin. In entrambi i casi, la riduzione rispetto ai valori del 2005 è stata doppia rispetto alla media europea, vale a dire del 37% sulle medie annuali di concentrazione del Pm10 e del 63% per quanto riguarda i giorni di superamento dei valori massimi. A Milano, in particolare, i giorni di sforamento delle soglie nel 2019 sono stati 72, "il 53% in meno rispetto al 2005", ha sottolineato il tecnico dell'Arpa Guido Lanzani.  

Milano: I più letti