Bimbo investito nel Bresciano, la 22enne: "Avevo il vetro appannato, non ho visto"

Lombardia
Il passeggino dopo l'incidente (ANSA)

La ragazza era alla guida dell'auto che ha travolto a Coccaglio una mamma con il figlio di due anni. Quest'ultimo è stato sbalzato dal passeggino e ora è in coma all'ospedale di Bergamo. L'arresto della giovane non è stato convalidato

"Non vedevo nulla, avevo il vetro appannato, con la brina e inoltre c'era il sole. Non mi sono accorta". Sono le parole pronunciate, durante l'interrogatorio di convalida dell'arresto, dalla ragazza di 22 anni alla guida dell'auto che ha travolto a Coccaglio, in provincia di Brescia, una mamma con il figlio di due anni. Quest'ultimo è stato sbalzato dal passeggino e ora è in coma all'ospedale di Bergamo. Dopo l'interrogatorio il gip del tribunale di Brescia, Christian Colombo, non ha convalidato l'arresto della ragazza. Per la giovane sono decaduti anche gli arresti domiciliari.

È accusata di lesioni stradali gravi e omesso soccorso

Durante l'interrogatorio davanti al gip la giovane ha dichiarato di essere andata nel "panico perché pensavo di aver rotto l'auto e per questo non mi sono fermata a vedere". La 22enne è accusata di lesioni stradali gravi e omesso soccorso. Il pm Ambrogio Cassiani aveva chiesto la convalida dell'arresto e il mantenimento della donna ai domiciliari.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24