Donna scomparsa a Brescia, il pm chiede l’ergastolo per il marito: “Delitto pianificato”

Lombardia
Immagine di archivio (ANSA)

L’episodio è avvenuto nella notte tra il 3 e il 4 giugno del 2018. Per la procura la 28enne sarebbe stata uccisa nel suo appartamento in via Milano, messa in un sacco e occultata in un luogo dove non è mai stata trovata 

Il pm di Brescia, Maria Cristina Bonomo, ha chiesto la condanna all'ergastolo per A.E.B., il marito di Souad Alloui, 28enne marocchina scomparsa nella notte tra il 3 e 4 giugno del 2018. Per la procura, la donna sarebbe stata uccisa nel suo appartamento di Brescia, in via Milano. Poi sarebbe stata messa in un sacco e infine occultata in un luogo dove non è mai stata trovata.

La ricostruzione dei fatti del magistrato

Il magistrato ha dichiarato in aula che l’uomo "aveva pianificato tutto e quella notte è passato all'azione. Il delitto si è consumato nel piccolo appartamento dove viveva Souad, che è stata strangolata alla presenza dei bambini. Le telecamere che hanno ripreso l'uomo dimostrano che si è cambiato gli abiti durante la notte e in auto aveva tutto il necessario. Dal cappello per camuffarsi, alla tuta e al sacco dove ha messo il corpo senza vita della moglie. Le sporgenze del borsone fanno capire la sagoma delle ginocchia della vittima".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24