Cremona, detenuto fugge dall’ospedale con tutore e stampella: preso

Lombardia
Immagine di archivio (Getty Images)

Un 24enne, ritenuto ad "alto rischio di radicalizzazione religiosa", è scappato durante una visita medica. La polizia penitenziaria lo ha catturato nei pressi di un'area boschiva. Il segretario regionale di Ulipa: "Il problema è la gravissima carenza di personale"

Un 24enne nordafricano, detenuto presso il carcere di Cremona per reati connessi allo spaccio e ritenuto ad "alto rischio di radicalizzazione religiosa", è scappato quest’oggi durante una visita medica presso un ospedale della città. Il giovane, nella fuga, si è tolto il tutore che aveva al braccio e ha gettato via la stampella su cui si appoggiava. Poco dopo, però, è stato rintracciato e arrestato dalla polizia penitenziaria nei pressi di un'area boschiva.

Le parole del segretario regionale di Ulipa

A rendere noto l’episodio è stato il segretario regionale del sindacato della polizia penitenziaria (ossia l’Ulipa), Domenico Benemia, sottolineando come il 24enne "fosse privo di manette perché classificato come impossibilitato a muoversi autonomamente". Secondo Benemia, "il problema è la gravissima carenza di personale".

Il segretario dell'Ulipa di Cremona: "Possibile negligenza dei medici"

Sergio Gervasio, segretario territoriale dell’Ulipa di Cremona, ha commentato: "Sicuramente va valutata la possibile negligenza da parte dei medici che lo hanno visitato in precedenza, perché si è sfilato tutto con facilità e dopo aver spinto gli agenti è scappato di corsa. Siamo sempre in emergenza. Sono stati bravi i colleghi a rincorrerlo e rintracciarlo prima che potesse sparire nel nulla".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24