Milano, violenza sessuale e rapina su una 70enne: arrestato 29enne

Lombardia
Foto di Archivio

La vittima sarebbe stata aggredita nel capoluogo lombardo lo scorso 3 novembre. L'uomo sarebbe un violentatore seriale: gli vengono contestati altri tre episodi di violenze

A Milano un ragazzo di 29 anni è finito in manette per violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e rapina nei confronti di una donna di 70 anni che, per l'accusa, sarebbe stata aggredita lo scorso 3 novembre. D. C., domiciliato a Dovera (Cremona) ma residente a Lodi, è stato portato in carcere a Lodi. Secondo quanto riferito dai carabinieri della compagnia Duomo, che hanno eseguito l'arresto, la violenza è avvenuta in un appartamento del centro. La vittima sarebbe rimasta in balia dell'uomo dalle 22 alle 9, quando il 29enne ha lasciato l'appartamento portando via tre cellulari e 500 euro. Gli investigatori lo hanno individuato grazie a un numero di cellulare segnato dalla 70enne su un'agenda. L'episodio è accaduto nella notte tra il 2 e il 3 novembre, ma è stato comunicato solo oggi dopo che l'uomo è stato catturato dalla Squadra mobile di Lodi per aver provato a violentare un'altra prostituta, stavolta colombiana, nel Lodigiano. Inoltre, nel dicembre 2017 era stato arrestato a Milano per lesioni e stalking sulla ex fidanzata e nel maggio 2018 era finito di nuovo in cella per stalking mentre si trovava in un albergo a Rimini.

Presunto violentatore seriale

L'aggressore sarebbe un violentatore seriale, responsabile di altri tre episodi. Il primo in ordine di tempo risale al maggio scorso, quando una 55enne lodigiana ha denunciato alla polizia a Lodi di essere stata segregata per un'intera notte in un motel nei dintorni di Lodi dal 29enne, sotto la minaccia di un coltello e mentre lui assumeva cocaina. Il secondo è stato denunciato a Dovera, nel Cremonese, all'inizio della scorsa settimana quando una romena era stata soccorsa da amici dopo aver lamentato di essere stata quasi violentata. In quell'occasione i carabinieri cremaschi non hanno potuto procedere con l'arresto in quando l'autorità giudiziaria non ha ravvisato la flagranza di reato. Il terzo risale alla notte tra il 12 e il 13 novembre scorso quando una colombiana di 52 anni, che l'aveva ricevuto in casa in un quartiere residenziale di Lodi, aveva richiesto l'intervento di una volante sostenendo di aver subito un tentativo di rapina da parte di un cliente che si era presentato senza soldi. In questo caso il 29enne è stato arrestato dalla polizia di Lodi. Nell'ordinanza di custodia cautelare viene contestata solo la violenza sessuale del 3 novembre.

La violenza

L'uomo aveva contattato la 70enne su un sito di incontri per adulti. Dopo aver concordato una prestazione, l'uomo si è presentato all'appartamento in zona Arco della Pace. La donna ha raccontato che l'uomo, dopo aver assunto cocaina, è diventato violento. Ha chiuso a chiave la stanza per impedire alla vittima di fuggire, poi l'ha obbligata ad avere rapporti sessuali non protetti, l'ha picchiata e minacciata con un coltello che aveva con sé.

Procuratore aggiunto di Milano: "Crescono le violenze"

Sulla vicenda è intervenuto anche il procuratore aggiunto di Milano, Maria Letizia Mannella: "Le denunce di violenze sessuali in strada negli ultimi due mesi sono in aumento, tant'è che ho dovuto estendere il numero dei pm che compongono il pool tutela della famiglia, dei minori e di altri soggetti deboli", le sue parole.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24