Protesta di un sindaco nel Bresciano: rende 1000 euro allo Stato in monete da 1 cent

Lombardia

A causa di un ritardo nella rendicontazione, l’Amministrazione comunale di Malegno, paese dell'Alta Vallecamonica, deve restituire allo Stato il cinque per mille che gli abitanti hanno devoluto al municipio nel 2014 

A causa di un ritardo nella rendicontazione, l’Amministrazione comunale di Malegno, paese dell'Alta Vallecamonica in provincia di Brescia, dovrà restituire allo Stato il cinque per mille che gli abitanti, duemila in totale, hanno devoluto al municipio nel 2014. Per protesta il sindaco Paolo Erba ha preparato la somma, circa mille euro, in sei sacchi di monetine da un centesimo, per un totale di 168 chili.

Le parole del sindaco

"Ora il ministero venga a ritirare i soldi", dice il primo cittadino. "Vivo la sensazione di essere considerato come la Banda Bassotti che cerca di rapinare Paperon de’ Paperoni dei suoi sacchi pieni di monete", aggiunge per spiegare la protesta. L'Amministrazione comunale di Malegno aveva rendicontato con 20 giorni di ritardo la somma del cinque per mille, e per questo il ministero ha chiesto di restituire il denaro.  

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24