Scoperta casa di riposo abusiva nel Comasco: arrestata la titolare

Lombardia

La donna è accusata di sfruttamento del lavoro, esercizio abusivo della professione sanitaria, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e violazione delle norme inerenti la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro 

E’ stata arrestata dai militari della guardia di finanza di Menaggio (Como) la titolare di una casa di riposo abusiva situata nella zona dell'alto Lario. La donna è accusata di sfruttamento del lavoro, esercizio abusivo della professione sanitaria, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e violazione delle norme inerenti la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro. La struttura è stata sequestrata.

Evase imposte per 225mila euro

L’imprenditrice non avrebbe dichiarato redditi per oltre 450mila euro, con un'imposta evasa pari a circa 225mila euro. Grazie anche ai prezzi concorrenziali per le rette di soggiorno degli anziani, che andavano dai 1.200 ai 1.500 euro mensili, la donna aveva ottenuto guadagni pari, secondo gli accertamenti dei militari, a oltre 450mila euro complessivi.

La nota della guardia di finanza

"Celandosi sotto la falsa veste, a seconda dei casi, di affittacamere, bed and breakfast, casa-vacanze e residence - si legge in una nota della guardia di finanza - la struttura funzionava come una vera e propria residenza assistenziale per anziani del tutto abusiva, come rilevato, a giugno dello scorso anno, dai carabinieri del Comando Provinciale di Como, coadiuvati dai carabinieri del Nas di Milano e da personale medico dell'ATS Montagna di Sondrio".  

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24