Strage Erba, calunniò Olindo e Rosa: Azouz Marzouk indagato a Milano

Lombardia
Azouz Marzouk (ANSA)

Nell'istanza, presentata nell'aprile 2019 e dichiarata inammissibile dalla procura generale milanese, aveva messo in dubbio la colpevolezza della coppia. Così facendo, secondo il pm, avrebbe "incolpato ingiustamente" i due del reato di "autocalunnia

Avrebbe accusato "ingiustamente" Olindo Romano e Rosa Bazzi di aver confessato il falso. Per questo motivo Azouz Marzouk è indagato a Milno per calunnia a Milano, con l'accusa di aver "incolpato ingiustamente" i due del reato di autocalunnia nella sua istanza di revisione della sentenza di condanna all'ergastolo per la coppia, accusata della strage di Erba, avvenuta nel dicembre del 2006, in cui ci sono state quattro vittime tra cui il figlio e la moglie di Marzouk (LA FOTOSTORIA - LA RICOSTRUZIONE).

L'accusa di calunnia

Nell'istanza, presentata nell'aprile 2019 e dichiarata inammissibile dalla procura generale milanese, Marzouk aveva messo in dubbio la colpevolezza della coppia. E così facendo, secondo il pm Giancarla Serafini, che ha chiesto il rinvio a giudizio per l'uomo, Marzouk avrebbe "incolpato ingiustamente" Olindo e Rosa del reato di "autocalunnia pur sapendoli innocenti, avendo gli stessi ammesso la loro responsabilità in ordine ai fatti di omicidio ai danni" di quattro vittime, "con dichiarazioni rese in sede di interrogatorio in data 10 gennaio 2017 dinanzi al pubblico ministero della Procura della Repubblica di Como". In sostanza li avrebbe accusati "ingiustamente" di aver confessato il falso.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24