In sei mesi intercettati 11 milioni di euro al confine con la Svizzera

Lombardia
Foto di archivio (Getty Images)

Le operazioni di controllo sono state effettuate dalla guardia di finanza di Como in collaborazione con l’ufficio delle dogane. Il contante non dichiarato veniva nascosto ovunque e spesso è stato rintracciato grazie al fiuto del cane Derek 

Nel primo semestre del 2019 la guardia di finanza di Como, in collaborazione con l’ufficio delle dogane, ha intercettato oltre 11 milioni di euro non dichiarati ai valichi con la Svizzera. A portare oltre confine cifre superiori alla soglia limite di 10mila euro non erano solo italiani, ma anche stranieri, in particolare cittadini svizzeri e dell'Ue, del Medio Oriente, del Nord America e, soprattutto, della Cina.

Il fiuto di Derek

Diversi gli stratagemmi utilizzati per nascondere il contante, ritrovato dai militari nei vani delle auto, sotto i sedili, nei bagagli, fra gli indumenti intimi e nelle scarpe. Decisivo in questo tipo di interventi è stato il fiuto del ‘cash dog’ Derek, un pastore tedesco addestrato a riconoscere l'odore delle banconote anche a distanza.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24