Palloncino in ricordo di Charlotte: dal Beglio arriva a Ultimo Paradiso

Lombardia
Il palloncino ritrovato (Facebook)

È stato lanciato durante i funerali della ragazza di 18 anni, morta in un incidente stradale nelle Fiandre occidentali, e ha percorso migliaia di chilometri prima di restare impigliato in una recinzione nella località della provincia di Lecco

È stato recuperato sulle montagne del Lecchese uno dei palloncini bianchi, con appeso un messaggio e una fotografia, lanciato in ricordo di una diciottenne belga di Bovekerke, nelle Fiandre occidentali, di nome Charlotte Gysel. Nel bigliettino due date: quella della nascita, il 26 gennaio 2001, e quella della morte, il 27 settembre 2019.

Ultimo Paradiso

Destino ha voluto che quel palloncino, lasciato volare in cielo nel giorno dei funerali della giovane, morta in un incidente stradale, facesse migliaia di chilometri per arrivare fino a Ultimo Paradiso, nome della località nella quale è stato ritrovato, impigliato nella recinzione della pizzeria "La libellula", non lontano dalla chiesetta degli Alpini del Pian delle Betulle.

Il ritrovamento del palloncino

A recuperarlo è stato Giampietro Manzoni: "Ho trovato il palloncino sulla rete - racconta - ho pubblicato le fotografie su Facebook, nella speranza che il messaggio potesse arrivare alla famiglia. Sono riuscito a mettermi in contatto con la famiglia, sempre su Facebook, e ho saputo che tutti gli anni vengono proprio in Italia, in provincia di Bergamo". 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24