Biagio Antonacci, Siae sblocca diritti del brano sospettato di plagio

Lombardia

Si tratta della canzone ‘Mio fratello’, uscita nel 2017. Il blocco era stato eseguito su richiesta dei legali del musicista Lenny de Luca 

Sono stati sbloccati i diritti di autore sul brano ‘Mio Fratello’ di Biagio Antonacci, accusato di plagio dal musicista Lenny De Luca. La società presieduta da Mogol aveva infatti comunicato alle parti di "accantonare, con effetto immediato" e "fino alla risoluzione definitiva della controversia" i "proventi maturati e maturandi per le pubbliche utilizzazioni" del brano Mio fratello. Ma il 17 settembre, ha reso noto oggi la Siae, è stato revocato il blocco eseguito su richiesta dei legali di De Luca.

La nota del Consiglio di Gestione Siae

"Il Consiglio di Gestione Siae - si legge in una nota - il 17 settembre, su proposta del direttore generale, accertato che la propria delibera dello scorso 28 maggio con la quale veniva deciso l'accantonamento risultava emessa in assenza dei presupposti necessari alla concessione di tale provvedimento, ne ha disposto la revoca". Nel comunicato si sottolinea anche che il Consiglio di Gestione "ha espresso il proprio rammarico per la diffusione di tale informazione imprecisa e fortemente lesiva dell'immagine del maestro Biagio Antonacci, considerato che la stessa era coperta da privacy, in quanto destinata unicamente agli interessati".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24