Pavia, sgominata banda che rubava nelle case di riposo: cinque arresti

Lombardia
Immagine di archivio (Agenzia Fotogramma)

I criminali, di età compresa tra i 28 e i 48 anni, avevano messo a segno 18 colpi dal febbraio al giugno del 2018. Prendevano di mira le casseforti degli istituti con i soldi lasciati in deposito dagli anziani. Un 27enne è tuttora ricercato nel suo paese d’origine 

I carabinieri della compagnia di Stradella, nel Pavese, insieme con i colleghi di Voghera, Tortona (Alessandria), San Donato Milanese (Milano), Ravenna e Senigallia (Ancona) hanno arrestato cinque persone di cui tre albanesi, un romeno e un italiano, di età compresa tra i 28 e i 48 anni, per i reati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione dei reati di furto continuato, ricettazione continuata e possesso ingiustificato di chiavi alterate e di grimaldelli. Inoltre, un romeno di 27 anni è attualmente ricercato nel suo paese d'origine.

La banda sottraeva i soldi degli anziani nelle casseforti

Nel giro di pochi mesi, dal febbraio al giugno 2018, i malviventi hanno messo a segno 18 colpi in diverse case di riposo. Colpivano di notte, prendendo di mira le casseforti degli istituti dove prelevavano i soldi lasciati in deposito dagli anziani per pagare le rette. La maggior parte dei furti è stata messa a segno in case di riposo della provincia di Pavia: tre nell'istituto di Garlasco, altrettanti a Campospinoso, oltre ai furti nelle Rsa di Dorno, Rivanazzano e Retorbido. La banda ha colpito anche nella provincia di Alessandria e a Monza. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24