Picchia il figlio di sei mesi e lo manda in coma: arrestata a Mantova

Lombardia
Foto di archivio (Fotogramma)

Il fatto è accaduto a luglio, quando la vittima venne portata d’urgenza in ospedale e i medici constatarono segni riconducibili alla sindrome del bambino scosso. Il gip ha respinto la richiesta dei domiciliari per la donna 

Una donna è stata arrestata dai carabinieri di Mantova con l’accusa di aver picchiato il figlio di appena sei mesi così violentemente da mandarlo in coma e causargli gravi danni. La notizia risale al 31 agosto scorso ed è stata pubblicata sulla Gazzetta di Mantova. Il gip ha già respinto la richiesta di arresti domiciliari presentata dal legale della donna, che respinge le accuse.

I bambini sono stati affidati ad altre famiglie

La segnalazione dell’accaduto partì a luglio quando il bimbo venne portato al pronto soccorso d'urgenza e i medici constatarono segni riconducibili alla sindrome del bambino scosso.
I carabinieri di Mantova hanno quindi iniziato le indagini e anche grazie alle intercettazioni sono arrivati alla madre. I figli (il più grande ha nove anni) sono stati tolti ai genitori e affidati ad altre famiglie, incluso il piccolo che è stato dimesso la settimana scorsa dall'ospedale.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24