Folgorato da una scarica elettrica di 15mila volt, morto operaio nel Mantovano

Lombardia
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)

L’uomo stava lavorando in un cantiere edile a Castiglione delle Stiviere quando ha toccato un cavo della corrente. È stato trasportato in eliambulanza all’ospedale di Brescia dove è deceduto dopo poche ore

Un operaio di 51 anni, Angelo Baresi, è morto folgorato poco dope le 13 mentre stava lavorando in un cantiere edile a Castiglione delle Stiviere, nell’Alto Mantovano. L'uomo, che viveva a Rudiano in provincia di Brescia, ha toccato per pochi secondi un cavo della corrente elettrica ricevendo una scarica di 15mila volt. Ricoverato in eliambulanza agli Spedali Civili di Brescia, è morto dopo poche ore.

L'incidente

Secondo le prime ricostruzioni, l'operaio stava lavorando a una gettata di cemento e stava manovrando il tubo da cui fuoriesce il calcestruzzo. A un tratto, il braccio metallico da cui passa il cemento aspirato da una betoniera, manovrato da un collega, ha toccato una linea elettrica da 15mila volt di potenza che si è scaricata sull'uomo. Le sue condizioni sono apparse subito molto gravi.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24