Lecco, tenta di strozzare padre e lancia coltelli al vicino: arrestato

Lombardia

L’uomo, per il quale è stato disposto un trattamento sanitario obbligatorio, avvallato dal sindaco di Barzanò, è accusato di tentato omicidio, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia

Un uomo di 47 anni ha aggredito il padre di 71, prima colpendolo con calci e pugni e poi ha cercato di strozzarlo nella loro casa di Barzanò, comune di circa 5mila abitanti in provincia di Lecco.
Prima di essere bloccato e arrestato dai carabinieri di Cremella, l'uomo ha anche lanciato dei coltelli contro il vicino di casa, intervenuto per difendere l'anziano e si è poi barricato nella propria camera.

Necessario l'intervento sanitario obbligatorio

I militari sono riusciti a convincere il 47enne a uscire dall'abitazione e il medico ha disposto un trattamento sanitario obbligatorio, avvallato dal sindaco di Barzanò. È stato quindi portato in ambulanza all'ospedale di Merate.
Il pm di Lecco, dopo aver raccolto le testimonianze, ha chiesto e ottenuto la custodia cautelare in carcere nei confronti del 43enne, accusato di tentato omicidio, lesioni personali e maltrattamenti in famiglia.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24