Milano: da oggi biglietti Atm a 2 euro, Sala scrive ai cittadini

Lombardia

"Ogni euro che incasseremo in più si tradurrà, e questo è un mio impegno, in qualità del nostro sistema", scrive il sindaco di Milano in una lettera aperta 

"Cari concittadini, mi rivolgo a tutti voi in occasione dell’introduzione del nuovo Sistema Tariffario Integrato dei mezzi pubblici". Il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha deciso di rivolgersi ai milanesi nel giorno in cui prende il via la nuova organizzazione del sistema del trasporto pubblico. "Si tratta di una grande novità - prosegue il sindaco -. In questi anni non ho mai smesso di affermare che i trasporti sono una delle architravi su cui dobbiamo costruire il futuro della nostra città. Mezzi pubblici il più possibile efficienti e puntuali sono la condizione per avere una Milano capace di crescere, di rispettare i suoi impegni, di assicurare un ambiente più pulito a noi e ai nostri figli. Però, per fare questo è necessario che il sistema dei trasporti non sia costruito a compartimenti stagni ma rappresenti un’opportunità per tutto il territorio metropolitano e oltre. Ed è proprio in questa prospettiva che va letto il nuovo sistema".

Le agevolazioni

Sala sottolinea poi la vastità del nuovo bacino di utenza: "Per la prima volta con lo stesso biglietto potranno muoversi 4,2 milioni di abitanti di Milano e di altri 212 comuni lombardi. Non solo. L’abbonamento annuale non cambierà di prezzo e abbiamo prodotto un articolato sistema di vantaggi riservati agli under 30 anni, a chi è più disagiato, a chi ha superato i 65 anni di età, e alle famiglie. E inoltre tutti i bambini e i ragazzi sotto i 14 anni avranno uno speciale abbonamento che consentirà di viaggiare sempre gratis su tutti i mezzi pubblici del nostro sistema".

L'aumento del biglietto

"Da oggi quindi abbiamo a disposizione uno dei più potenti mezzi per migliorare nei fatti il clima e l’aria che respiriamo nella nostra città. Più useremo tutti i mezzi pubblici, più risparmieremo, meno inquineremo e meno auto entreranno in città ogni giorno. Questo è un risultato molto importante che pone di nuovo la nostra città tra le più avanzate esperienze nello scenario internazionale". "Ma, direte, e l’aumento del biglietto? Non ho certamente intenzione di nascondere che il biglietto ordinario aumenta di prezzo, passando da 1,5 a 2 euro - continua Sala -. Permettetemi però di aggiungere che con 2 euro da oggi si può viaggiare per 90 minuti su tutti i mezzi non solo a Milano ma anche in altri 21 Comuni intorno alla nostra città, potendo timbrare più volte in metropolitana".

Le sfide per il futuro

Il sindaco di Milano ha rivendicato "il diritto e anche il dovere di un sindaco di guardare al futuro della città e di reperire i mezzi necessari per continuare a mantenere Milano al livello raggiunto oggi e anche a migliorarlo". Milano infatti "sta vivendo una bellissima stagione - ha aggiunto nella lettera, pubblicata anche sulla homepage del sito del Comune -. Potremmo goderci i complimenti che stiamo ricevendo, ma non saremmo Milano. Guardare avanti, puntare a un futuro migliore, più equo e più rispettoso dell'ambiente: questi sono gli obiettivi che ci siamo proposti. Avanti allora con le Olimpiadi del 2026, il nuovo grande appuntamento di Milano e dell'Italia con il mondo". Nelle lettera Sala ha poi descritto le sfide che aspettano la città nei prossimi anni: sviluppi urbanistici per offrire ai giovani e ai più fragili soluzioni abitative, un welfare che "deve dare a tutti pari opportunità", il Piano quartieri, l'attenzione alla sicurezza. "Avanti, dunque, anche con il nuovo Sistema Tariffario - ha continuato -. Ogni euro che incasseremo in più si tradurrà, e questo è un mio impegno, in qualità del nostro sistema".

Fontana: "Una scelta del comune"

Sulla vicenda è intervenuto anche il Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana: "Sui due euro non metto lingua perchè non è una scelta della Regione. È una scelta che non abbiamo condiviso e che è stata fatta dal comune di Milano", le sue parole.
E ancora: "Posso parlare - ha proseguito Fontana - dell'integrazione tariffaria che stiamo ancora concludendo, perchè noi dobbiamo integrare i biglietti non soltanto dell'area milanese ma di tutta la Regione. Avevo detto al sindaco Sala che avrei avuto bisogno di una ventina di giorni in più: penso che per la fine del mese di luglio anche noi saremo pronti".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24