Mantova, aggrediscono e rapinano chef stellato: arrestati

Lombardia
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)
01_ricerche_Vaclavic_fotogramma

I quattro malviventi sono finiti in manette a Bologna. Sono stati rintracciati grazie ai movimenti delle carte di credito e alle telecamere a circuito chiuso delle banche

I carabinieri di Mantova, in collaborazione con i loro colleghi di Bologna, hanno arrestato questa mattina, venerdì 21 giugno, nel capoluogo emiliano, quattro persone ritenute responsabili della rapina ai danni dello chef stellato Romano Tamani, avvenuta lo scorso 20 gennaio nel suo ristorante di Quistello, in provincia di Mantova. I quattro sono stati arrestati nelle loro abitazioni nel centro di Bologna e a Borgo Panigale.

L'identificazione dei rapinatori

I malviventi avevano aspettato Tamani davanti al suo locale, lo avevano aggredito picchiandolo e lo aveva legato a una sedia, lasciandolo nel ristorante, per poi fuggire con le sue carte di credito. Seguendo proprio i movimenti delle carte di credito, tra Modena e Castelfranco Emilia, e visionando le telecamere a circuito chiuso delle banche, i carabinieri di Mantova sono risaliti a quattro giovani di nazionalità romena, tutti tra i 20 e i 23 anni, rinchiusi ora nel carcere della Dozza a Bologna con le accuse di sequestro di persona, rapina aggravata e utilizzo indebito della carta di credito, con l'aggravante del concorso.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.