Brescia, bimbo avrebbe ingerito cocaina: migliorano le sue condizioni

Lombardia

I genitori, che hanno portato il figlio d'urgenza al pronto soccorso di Piacenza, avrebbero raccontato di aver sorpreso il piccolo con una bustina vuota in mano in un giardino pubblico 

Stanno migliorando le condizioni del bambino di un anno ricoverato all'ospedale di Brescia perché, stando agli accertamenti svolti dal personale sanitario, avrebbe ingerito della cocaina. Sul caso sono in corso le indagini dei carabinieri di Piacenza e di Brescia, che hanno ascoltato i genitori. La coppia ha portato il figlio d'urgenza al pronto soccorso di Piacenza, ma, poiché il piccolo è entrato in coma, è stato disposto il trasferimento immediato nel centro specialistico lombardo.

Il racconto dei genitori

I genitori avrebbero raccontato di aver trovato il figlio con una bustina vuota in mano in un giardino pubblico. Subito dopo il piccolo avrebbe iniziato ad avere crisi convulsive. La ricostruzione è al vaglio della Procura piacentina. Inoltre, i medici stanno valutando se l'alterazione dei metaboliti sia dovuto a ingerimento di cocaina o di una sostanza da taglio. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.