Milano, cadavere nel fiume Lambro: autopsia conferma identità

Lombardia
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)

Si tratta di Edgar Luis Calderon Gonzales, vittima il 2 giugno di un'aggressione da parte di altre due persone. Il pm ha aperto un'inchiesta per omicidio volontario

Il cadavere scoperto nel fiume Lambro venerdì 7 giugno è di Edgar Luis Calderon Golzales, il peruviano di 32 anni scomparso domenica 2 giugno dopo un'aggressione avvenuta all'interno del parco Lambro, a Milano. L'autopsia, terminata nella tarda mattinata di oggi, giovedì 13 giugno, ha confermato le supposizioni degli investigatori sull'identità del corpo, ma non ha evidenziato lesioni particolari che possano dare ragione della morte del sudamericano. 

L'ipotesi sulla morte

Il pm di turno Sergio Spadaro ha aperto un'indagine per omicidio volontario. Nell'inchiesta, condotta dalla squadra mobile di Milano, sono stati sentiti due testimoni. Da quanto è emerso finora, l'uomo è stato rapinato, aggredito e poi è stato gettato nel fiume. L'ipotesi è che il 32enne sia deceduto per annegamento, stordito dai colpi dei suoi aggressori. Un amico della vittima, infatti, ha raccontato agli investigatori della squadra mobile di aver assistito all'aggressione da parte di altri due sudamericani.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.