Mantova, ditta naturalizza 325 brasiliani: titolare è evasore totale

Lombardia

I naturalizzati erano diventati cittadini di Mantova, Porto mantovano, Bergantino (Rovigo), Cinisello Balsamo (Milano) e Cologno Monzese (Milano)

Truffa scoperta a Mantova dalla guardia di finanza. In cinque anni era riuscito a far ottenere la cittadinanza italiana a 325 cittadini brasiliani dimostrando le loro origini italiane. L'uomo intascava ingenti somme dai suoi clienti, ma evitava di dichiararle al fisco. Per questo motivo è stato denunciato per evasione fiscale. Un evasore totale, che in cinque anni non ha dichiarato ricavi per 900mila euro e omesso di versare l'Iva per 200mila euro.

I 325 brasiliani

I 325 brasiliani erano diventati cittadini di Mantova, Porto mantovano, Bergantino (Rovigo), Cinisello Balsamo (Milano) e Cologno Monzese (Milano) e prendevano la residenza in appartamenti nella disponibilità dell'imprenditore. La procedura per ottenere la cittadinanza italiana era regolare e chi si rivolgeva a lui dietro compenso di 3mila euro a pratica, otteneva tutti i documenti in regola. Una volta ottenuto il passaporto italiano i nuovi cittadini facevano perdere le loro tracce.

Le indagini

Secondo la guardia di finanza, quello di avere un passaporto europeo è un espediente utilizzato specialmente in Sudamerica per avere la possibilità di entrare negli Stati Uniti eludendo le severe leggi sull'immigrazione del paese, oltre che muoversi liberamente in tutta Europa.

Milano: I più letti