Arrestato in Valtellina ricercato per traffico di armi da guerra

Lombardia

L'uomo, 34 anni, è accusato anche di associazione a delinquere transnazionale, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e riciclaggio, ed è destinatario di un decreto di fermo da parte della Procura di Palermo

I carabinieri del nucleo investigativo di Sondrio hanno arrestato un 34enne del Kosovo ricercato per associazione a delinquere transnazionale, favoreggiamento aggravato dell'immigrazione clandestina, riciclaggio e traffico di armi da guerra. L'uomo era sfuggito a una maxi-operazione, effettuata il 2 luglio 2018 in diverse provincie italiane. Il 34enne aveva trovato rifugio all'estero, verosimilmente nel suo Paese d'origine, ma da qualche giorno aveva fatto rientro in Italia, in Bassa Valtellina. I carabinieri di Sondrio si sono subito messi sulle sue tracce, e l'hanno poi arrestato.

Le indagini della Procura di Palermo

L'uomo era anche destinatario di un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dall'autorità giudiziaria di Palermo. Dalle indagini svolte dai carabinieri del capoluogo siciliano non sono emersi reati commessi nella provincia di Sondrio. Dell'arresto è stata informata la Procura di Palermo e quella di Sondrio, nella persona del sostituto procuratore Marialina Contaldo. Dopo le formalità di rito, l'uomo è stato rinchiuso nel carcere di via Caimi di Sondrio. 

Milano: I più letti