Scoperta fabbrica clandestina di maglieria nel Mantovano, due arresti

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)

Hanno allestito in un capannone un laboratorio di maglieria impiegando sei lavoratori, tutti clandestini e assunti irregolarmente. Una donna è stata denunciata a piede libero

Arrestati a Gazoldo degli Ippoliti, in provincia di Mantova, due imprenditori di nazionalità cinese accusati di aver impiantato in un capannone un laboratorio di maglieria impiegando sei lavoratori, tutti clandestini e assunti irregolarmente. Una donna è stata denunciata a piede libero. I tre dovranno rispondere di sfruttamento della manodopera clandestina e lavoro nero.

Il laboratorio

Per aggirare i controlli i due imprenditori avevano ricavato nel capannone, con delle pareti in cartongesso, un locale dove era al lavoro una sola persona, assunta regolarmente, mentre vicino i carabinieri hanno trovato il resto dei macchinari con i clandestini al lavoro, costretti a turni massacranti.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.