Milano, da luglio scatta l’aumento del prezzo del biglietto del trasporto pubblico

Lombardia
Foto di archivio

L’assemblea dei soci dell’Agenzia di bacino ha approvato il nuovo sistema tariffario integrato. Il costo passa da 1,50 euro a 2 euro 

Scatterà da luglio l’aumento del prezzo del biglietto del trasporto pubblico a Milano. Dopo le ipotesi ventilate nei mesi scorsi e le relative polemiche, oggi è arrivata l’ufficialità. L’assemblea dei soci dell’Agenzia di bacino ha infatti approvato il nuovo sistema tariffario integrato, che entrerà in vigore per l’appunto da luglio. Il costo del biglietto passerà da 1,50 euro a 2 euro. All'assemblea non era presente la Regione Lombardia.

Le reazioni

"È passato il sistema tariffario integrato e c'è molta soddisfazione da parte dei Comuni, soprattutto quelli della Città metropolitana - ha detto Siria Trezzi, delegata ai Trasporti dell'ente -. La Regione non c'era al tavolo ma confidiamo che ci siano i tempi e le modalità per stabilite l'integrazione del sistema tariffario". L'Agenzia di bacino comprende i Comuni di Milano e la Città metropolitana, Monza, Lodi e Pavia. "Finalmente con il sistema integrato il cittadino potrà usare metropolitane, ferrovie e bus con un solo biglietto - ha detto Umberto Regalia, presidente dell'Agenzia di bacino -. Milano si è portata allo stesso livello delle altre città europee e i costi per i cittadini saranno per la grande parte inferiori". Per Arianna Censi, vicesindaco della Città Metropolitana di Milano oggi "è una giornata molto importante. Per i cittadini della metropoli milanese è il primo passo verso una vera integrazione - ha concluso - ora è necessario un grande investimento nel potenziamento del trasporto pubblico metropolitano".

Comazzi: "Da Sala politiche vessatorie"

"Pur di fare cassa con i risparmi dei cittadini il sindaco Sala - forte della maggioranza assoluta dei voti - ha disposto l'aumento delle tariffe Atm, che tra pochi mesi calerà come una mannaia su migliaia di utenti e che nulla ha a che vedere con la tariffa unica, che da sempre sosteniamo" ha affermato il capogruppo di Forza Italia in Regione Lombardia e consigliere comunale di Milano Gianluca Comazzi . "Aumentare il costo del trasporto pubblico locale in questo periodo delicato - ha aggiunto - è indice di un approccio verticistico e sordo alle istanze della gente. Un metodo che non ci appartiene e che contesteremo ogni giorno nelle sedi opportune".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.