Pioltello, sequestrati beni per un milione di euro al boss Manno

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)

Francesco Manno 57enne boss di 'ndrangheta è stato arrestato nel 2010 nell'ambito dell'inchiesta 'Infinito'. Sotto sequestro sono finiti immobili e partecipazioni bancarie 

Beni per un milione di euro sono stati sequestrati a Francesco Manno, 57enne boss di 'ndrangheta della locale (l'organizzazione territoriale tipica della mafia calabrese) di Pioltello, in provincia di Milano. Manno è stato arrestato nel 2010 nell'ambito dell'inchiesta 'Infinito', l'indagine che ha ricostruito l'unitarietà della mafia calabrese e dimostrato la sua radicata presenza in Lombardia.

Il sequestro

Gli agenti della polizia dell'Anticrimine hanno eseguito il provvedimento del Tribunale di Milano che ha posto sotto sequestro sette immobili situati a Pioltello, tra questi figurano anche un asilo nido e un bar, una tavola calda a Seggiano di Pioltello e partecipazioni bancarie per 36.000 euro. Manno è in carcere dal 2010, ma il suo primo arresto, con l'accusa di spaccio, risale al 1989. La sua ultima condanna, invece, è del 2017 quando gli è stato notificato un cumulo di pene per 13 anni.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.