Mostre a Milano: cosa fare nel weekend del 23-24 marzo

Lombardia
Opera di Antonello da Messina (ANSA)

Tante le novità tra arte e cultura: da Olivetti fino a Morbelli, passando dalla mostra ‘I giovani ricordano la Shoah’. Nel resto della Lombardia da segnalare a Mantova l’esposizione ‘Braque vis-à-vis’ 

Alle mostre su Antonello da Messina e Leonardo da Vinci questa settimana a Milano si aggiungono l’esposizione sulla storia di Olivetti, con manifesti, locandine pubblicitarie, fotografie e prodotti iconici, e la retrospettiva su Angelo Morbelli, artista piemontese di nascita, ma milanese di adozione.

Mostre ed eventi che inaugurano a Milano questa settimana

‘Olivetti, una storia di innovazione’ al Museo del Novecento

Inaugura presso il Museo del Novecento la mostra ‘Olivetti, una storia di innovazione’, promossa da Olivetti in collaborazione con Associazione Archivio Storico Olivetti e Fondazione Adriano Olivetti. L'iniziativa fa parte di un ricco programma di eventi dedicati all'innovazione tecnologica, realizzati dall'azienda in occasione della Milano Digital Week, di cui è partner. L'esposizione, che sarà aperta fino al 14 Aprile, rappresenta il racconto di oltre un secolo d'impresa e propone un percorso espositivo ricco di elementi che hanno scandito negli anni la storia di Olivetti: manifesti, locandine pubblicitarie di Giovanni Pintori e altri importanti artisti, fotografie uniche accanto a prodotti iconici - come le celebri macchine da scrivere ‘Lettera 22’ e ‘Valentina’ - ed evoluzioni digitali come il registratore di cassa "Form 200", primo prodotto realizzato grazie all'Olivetti Design Contest promosso dall'azienda. Dare un'anima ai prodotti è sempre stato l'elemento caratterizzante della produzione olivettiana, che ha pensato la fabbrica e l'intera catena di produzione coniando un nuovo rapporto tra uomo e macchina: l'architettura, il design, la grafica, la pubblicità hanno contribuito a formare un modello aperto di impresa, unico nella storia dell'industria del dopoguerra, e a dare un importante contributo alla cultura visiva del Paese. Nel guardare a un passato che è il racconto storicizzato di un grande progetto visionario, la mostra si prolunga nel presente di un'azienda che con i suoi prodotti e servizi digitali continua a innovare. Orari: lunedì dalle 14.30 alle 19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30, giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30.

‘Morbelli 1853-1919’ alla Galleria d’Arte Moderna

In occasione del centenario della morte di Angelo Morbelli, artista piemontese di nascita ma milanese di adozione, dal 15 marzo al 16 giugno la Galleria d’Arte Moderna rende omaggio a uno dei protagonisti della grande stagione divisionista in Lombardia tra Otto e Novecento. La rassegna, che vanta prestigiosi prestiti, nazionali e internazionali, provenienti tra gli altri dal Musée d’Orsay di Parigi e dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, intende documentare alcuni degli aspetti salienti della produzione di Morbelli, quali la sperimentazione tecnica e l’elaborazione di alcune tematiche specifiche a cui sono dedicate le sezioni del percorso. Orari: Da martedì a domenica dalle 9.00 alle 17.30. Lunedì chiuso

‘I giovani ricordano la Shoah’

È stato inaugurata il 20 marzo al Memoriale della Shoah di Milano la mostra ‘I giovani ricordano la Shoah’, che raccoglie i lavori più interessanti realizzati dagli studenti che hanno partecipato al concorso nazionale organizzato ogni anno dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca in collaborazione con l'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane. L'esposizione, allestita negli spazi della Biblioteca del Memoriale (ingresso in piazza E. J. Safra, 1 - già Ferrante Aporti, 3), sarà visitabile gratuitamente fino al 10 aprile. Il concorso ‘I giovani ricordano la Shoah’, giunto alla diciottesima edizione, è rivolto agli studenti delle scuole del primo e secondo ciclo di istruzione, con il fine di promuovere lo studio e l'approfondimento della Shoah, e dei temi ad essa correlati, nelle scuole italiane. L'iniziativa coinvolge ogni anno migliaia di insegnanti e studenti. Gli autori dei lavori più meritevoli, a seguito del giudizio di una Commissione congiunta MIUR-UCEI, sono premiati ogni anno dal Presidente della Repubblica in occasione del Giorno della Memoria, in una cerimonia al Palazzo del Quirinale. Orari: da domenica a giovedì dalle 10.00 alle 14.30.

Mostre ed eventi in corso a Milano a marzo 2019

‘Il meraviglioso mondo della natura’ a Palazzo Reale

È la natura nella sua complessa varietà a costituire il cuore della mostra ‘Il meraviglioso mondo della natura. Una favola tra arte, mito e scienza’, allestita a Palazzo Reale di Milano dal 13 marzo al 14 luglio 2019 e curata da Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, con le scenografie di Margherita Palli. Un appuntamento pensato in occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. La mostra offre ai visitatori uno sguardo spettacolare sulla rappresentazione artistica della natura, lungo un arco cronologico che va dal Quattrocento al Seicento, con un’attenzione particolare allo scenario lombardo. Orari: lunedì dalle 14:30 alle 19:30. Martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9:30 alle 19:30. Giovedì e sabato dalle 9:30 alle 22:30.

Antonello da Messina a Palazzo Reale

Palazzo Reale dedica ad Antonello da Messina una mostra visitabile fino al 2 giugno. Accanto all’Annunciata, l’opera icona dell’artista, altri 18 dei 35 capolavori autografi di uno dei più importanti ritrattisti del Quattrocento. La mostra nasce con l’intento di indagare l’arte di Antonello da Messina con uno sguardo analitico, preciso, capace di mettere a fuoco ogni singolo tratto della sua tecnica senza eguali. Per questo motivo, accanto alle opere di Antonello, saranno esposti i taccuini di Giovan Battista Cavalcaselle, critico che per primo ricostruì il catalogo dell’artista siciliano. Orari: lunedì dalle 14.30 alle 19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30, giovedì e sabato dalle 9.30 alle 22.30. 

‘Jean Auguste Dominique Ingres. La vita artistica ai tempi dei Bonaparte’ a Palazzo Reale

La mostra, visitabile fino al 23 giugno, mette in luce per la prima volta la modernità della produzione artistica di Ingres, nel contesto culturale europeo tra il 1780 e il 1820, con una particolare attenzione al ruolo fondamentale che rivestì Milano, uno dei centri più importanti dell’Europa Napoleonica. L’esposizione comprende oltre 150 opere, di cui più di 60 dipinti e disegni del grande maestro francese, riunite grazie a prestiti internazionali da alcune delle più grandi collezioni di tutto il mondo. Orari: lunedì dalle 14.30 alle 19.30, martedì, mercoledì, venerdì e domenica dalle 9.30 alle 19.30, giovedì e sabato: dalle 9.30 alle 22.30.

Lucio Fontana al Museo Diocesano Carlo Maria Martini

Le due Pietà di Lucio Fontana per il Duomo di Milano sono esposte fino al 5 maggio al Museo diocesano Carlo Maria Martini: si tratta di un'occasione unica per confrontare le due versioni della predella raffigurante la Pietà, realizzate nel 1954 e nel 1955, e il bozzetto dal vero per la monumentale pala dell'Assunta conservata al Museo. Le tre opere, eccezionalmente riunite, permettono di considerare la riflessione di Fontana sul tema del sacro, e sono inserite in un percorso che accoglie anche alcuni dei bozzetti in gesso per il concorso della quinta porta della cattedrale del 1950 e la "Via Crucis bianca" in ceramica del 1955. Orari: da martedì a domenica dalle 10 alle 18.

‘Leonardo and Warhol in Milano. The genius experience’ alla Cripta di San Sepolcro

Alla Cripta di San Sepolcro c’è la mostra "Leonardo and Warhol in Milano. The genius experience", allestita in occasione delle celebrazioni per il quinto centenario della morte di Leonardo, e visitabile fino al 30 giugno. In un viaggio multimediale scandito per temi, la mostra mette in relazione la Milano vissuta, disegnata e immaginata da Leonardo da Vinci con "The Last Supper", l'opera con cui nel 1986 Warhol reinterpretò il capolavoro leonardesco. Orari: dal martedì alla domenica, dalle 10 alle 20.

‘Leonardo da Vinci Parade’ al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia

‘Leonardo da Vinci Parade', aperta fino al 13 ottobre al Museo Nazionale della Scienza e Tecnologia di Milano, è stata ideata e curata in collaborazione con la Pinacoteca di Brera. Per celebrare i cinquecento anni dalla morte di Leonardo da Vinci, il Museo ritorna alle sue origini esponendo in modo evocativo le due collezioni con cui ha aperto al pubblico il 15 febbraio 1953. Mette in scena una ricca selezione degli spettacolari modelli realizzati negli anni ’50 interpretando i disegni di Leonardo e affreschi di pittori lombardi del XVI secolo, concessi in deposito nel 1952 dalla Pinacoteca di Brera, diretta allora da Fernanda Wittgens. La mostra è compresa nel biglietto d’ingresso per il museo. Orari: martedì e venerdì dalle 9.30 alle 17.00, sabato e festivi dalle 9.30 alle 18.30.

Mostre da non perdere nel resto della Lombardia

‘Braque vis-à-vis. Picasso, Matisse e Duchamp’ al Palazzo della Ragione di Mantova

Dal 22 marzo al 14 luglio 2019, la città di Mantova dedica a Braque una mostra che prosegue l’attività espositiva dedicata all’arte del Novecento a Palazzo della Ragione. Curata da Michele Dantini, ‘Braque vis-à-vis’ è promossa dal Comune di Mantova e organizzata e prodotta con la casa editrice Electa, con la partecipazione del Kunstmuseum Pablo Picasso Münster. Assente da tempo nel panorama delle esposizioni antologiche in Italia, in dialogo con le più recenti esposizioni internazionali la mostra ripercorre i decenni della sua attività e le relazioni con gli artisti che l'hanno affiancato e allo stesso tempo presenta i risultati più singolari della sua ricerca e della sua produzione matura e tarda. Il percorso espositivo propone 150 opere risalenti prevalentemente al periodo tra le due guerre e al secondo dopoguerra. Grazie a un nutrito corpus di opere grafiche, insieme a libri d’artisti e ceramiche, provenienti dal Kunstmuseum Pablo Picasso Münster, la mostra indaga l’influenza, spesso trascurata, che Braque ha esercitato sull’arte francese degli anni Sessanta e Settanta. Orari: da martedì a domenica dalle 9.30 alle 19.30. Lunedì chiuso.

Eventi per bambini

‘Con i LEGO® si ricostruisce il Rinascimento’ al Museo Bagatti Valsecchi

Un nuovo laboratorio sul tema dell’architettura e delle costruzioni realizzato in collaborazione con BrianzaLUG – Brianza LEGO® User Group e grazie al supporto LEGO®, ideatore della Linea Architecture. È questa la proposta del Museo Bagatti Valsecchi per le famiglie, che potranno seguire una visita guidata al Museo focalizzata sul tema della costruzione e quindi partecipare al workshop per realizzare insieme edifici, oggetti e accessori ispirati dalle collezioni neorinascimentali dei due fratelli Bagatti Valsecchi. Sabato 23 marzo, ore 15:30.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.