Como, obbliga la figlia a dimagrire: madre denunciata

Lombardia

La procura ha disposto per la madre, 46 anni, l'allontanamento dalla casa familiare con il divieto assoluto di avvicinare la figlia in qualsiasi luogo e di contattarla con qualsiasi mezzo 

Non poteva superare i 50 chili e per questo veniva sottoposta dalla madre a continui controlli, minacce e vessazioni. Così, una ragazzina di 16 anni ha vissuto mesi di maltrattamenti fino a quando la zia ha presentato una denuncia alla Squadra Mobile di Como. La procura ha disposto per la madre, 46 anni, l'allontanamento dalla casa familiare con il divieto assoluto di avvicinare la figlia in qualsiasi luogo e di contattarla con qualsiasi mezzo.

Le presunte vessazioni della madre

Secondo quanto emerso, la donna avrebbe ripetuto alla ragazza "sei grassa dimagrisci" obbligandola a un regime alimentare molto rigido. La vicenda, riportata dal quotidiano Il Giorno, si è conclusa con un provvedimento del Gip, Carlo Cecchetti, che evidenzia condotte "di gravità inaudita" da parte della donna che obbligava la figlia a continui controlli e privazioni di cibo affinché non superasse i 50 chili, nonostante l'altezza di 172 cm, con notevoli disturbi fisici sofferti dalla ragazza.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.