Cori razzisti tifosi Como contro Adriano Ferreira Pinto: curva chiusa

Lombardia

Gli insulti erano diretti verso il giocatore Adriano Ferreira Pinto, durante la partita di domenica 3 marzo. Il Como sarà costretto a pagare anche un'ammenda da 1.800 euro

Curva chiusa per una partita e un'ammenda di 1.800 euro: tanto sono costati al Como i cori razzisti rivolti dai propri tifosi a un calciatore di origine brasiliana domenica 3 marzo, durante la partita di Serie D vinta 2-1 in trasferta contro il Pontisola. I circa 250 supporter comaschi presenti allo stadio a metà del primo tempo hanno rivolto ululati al centrocampista Adriano Ferreira Pinto, subito dopo il gol su rigore con cui ha realizzato il momentaneo 1-1. Nonostante la minaccia di sospendere la gara tramite l'altoparlante dello stadio, i cori si sono ripetuti anche durante il secondo tempo. Soprattutto, come scrive il giudice sportivo, da parte di "un piccolo gruppo di due o tre sostenitori, ogni volta che l'ex calciatore dell'Atalanta giocava il pallone".

Milano: I più letti