Aumento del biglietto Atm, il sindaco Sala su Facebook: “Sacrificio per avere più qualità”

Lombardia
Foto di archivio (ANSA)

Alle dichiarazioni del primo cittadino ha replicato il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana: "Se vuole creare del terrorismo io rispondo con un sorriso" 

Continua a far discutere l'aumento del costo del biglietto dell’Atm a Milano. Dopo il botta e risposta di ieri tra il sindaco del capoluogo lombardo Giuseppe Sala e il ministro degli Interni Matteo Salvini, oggi la querelle è nata tra il primo cittadino e il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, che ha replicato a quanto detto da Sala in un video postato sulla sua pagina Facebook per fare il punto sulla vicenda. Sulla partita dell'aumento del biglietto e del sistema di tariffazione integrata il Comune di Milano "sta trovando le formule per andare avanti. Io voglio andare avanti e lo dico anche alla Regione". Così il sindaco, Giuseppe Sala, nel video postato sul social. "Voglio andare avanti perché non voglio, per oggi e per il futuro, che Atm, schiacciata dai costi, diventi come Trenord - ha aggiunto -. Lo dico con chiarezza: sono due mondi incomparabili, per cui sono molto determinato ad andare avanti e ho bisogno del vostro aiuto e vostro sostegno", ha detto rivolto ai cittadini. "Il coraggio non mi manca, così come la voglia di confrontarmi e di lottare - ha concluso -. Ma il supporto dei miei cittadini, se credono nella mia opera, è fondamentale".

La replica del governatore Fontana

"Credo che Sala abbia fatto un appello un po' confuso. Ha voluto mettere insieme le pere con le mele in modo assolutamente inappropriato". Con queste parole il governatore lombardo Attilio Fontana ha commentato l'appello ai milanesi in cui il sindaco Beppe Sala ha confermato di voler andare avanti con l'integrazione tariffaria e l'aumento del ticket dei mezzi pubblici, nonostante lo stop della Regione, per evitare che in futuro 'Atm diventi come Trenord'. "Il problema di Trenord attiene alla gestione di Ferrovie dello Stato che in questi anni non ha collaborato. Adesso Fs comincia a collaborare e gli ultimi interventi hanno dato qualche piccolo risultato" ha spiegato Fontana. "Quindi un richiamo assolutamente inappropriato quello del sindaco Sala. Se vuole creare del terrorismo io rispondo con un sorriso".

Nessun aumento per abbonamenti annuali

Il primo cittadino ha precisato che, a fronte dell'aumento del biglietto di 0,50 centesimi, non saranno toccati "gli abbonamenti annuali, quindi chi per lavoro e studio usa abitualmente la metropolitana avrà impatto zero". Sono tre i motivi per cui l'amministrazione comunale ha deciso di arrivare all'aumento. "Il primo è che i ricavi dei biglietti non arrivano nemmeno a coprire la metà del costo del servizio. Il secondo è che le nuove metropolitane decise dai sindaci prima di me, e hanno fatto bene, non permettono di stare in questi costi, sono più efficienti ma hanno costi di servizio più alti - ha concluso Sala -. Infine io sono soddisfatto di Atm ma so che c'è spazio per ulteriori miglioramenti e stiamo facendo molti più chilometri di servizio di alcuni anni fa, ma possiamo fare di più e portarne ancora di più nelle periferie, possiamo migliorare la tempestività, la sicurezza".

Fontana: “Abbiamo chiesto tempo”

"Non abbiamo detto di no al biglietto unico integrato, abbiamo chiesto soltanto del tempo per poterlo applicare su tutto il territorio della Regione senza che ci sia una parte penalizzata, come oggi sarebbe, e qualche altra invece avvantaggiata. Tutti devono avere dei vantaggi. Noi non abbiamo detto di no, abbiamo chiesto qualche mese di tempo. Quindi se i tempi che abbiamo proposto non vanno bene al sindaco, è un altro discorso" ha spiegato Fontana a margine di una conferenza stampa a Palazzo Pirelli. A chi gli ha chiesto se la Regione impugnerà il provvedimento dell'Agenzia di bacino, qualora dovesse dare l'ok all'integrazione tariffaria, il governatore ha risposto che "dovremo valutare quali saranno le scelte che vengono assunte dopodiché faremo a nostra volta le nostre scelte e valutazioni. A oggi la situazione è sconosciuta, non possiamo dire niente". Che l'aumento del ticket Atm è legato al bilancio del Comune di Milano "l'ha detto - ha aggiunto - il sindaco. Non è che scopriamo nulla, magari adesso si è ricreduto ma è stato lui a fare quest'affermazione. Lui ha detto che è un problema di bilancio, per quello ho voluto evidenziare i dati del nostro bilancio".

La collaborazione tra Regione e Comune

Alla domanda se questa vicenda rischia di far venir meno la collaborazione istituzionale tra Regione e Comune anche su altre partite, il presidente della Regione Lombardia ha risposto: "Da parte mia no. Per litigare bisogna essere in due. Da parte mia non ho nessuna intenzione di litigare né di prendere a capocciate nessuno. Poi se qualcun altro lo vorrà fare di sua volontà non posso farci niente. Io non ho nessuna intenzione di venire meno alle cose che dobbiamo fare”.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.