Monza, maxi rissa tra adolescenti dopo una partita di calcio

Lombardia
Foto di archivio (Getty Images)
calcio_generca_getty_images

I ragazzini si sono incontrati per risolvere una 'questione' nata sui campi di calcio. I giovani coinvolti ora rischiano di essere accusati di rissa e rapina

Una ventina di adolescenti, di 15 e 16 anni, hanno dato vita a una maxi rissa, nel tardo pomeriggio di sabato 26 gennaio a Verano Brianza, in provincia di Monza. I ragazzini si sono dati appuntamento per risolvere una 'questione' nata sui campi di calcio. Uno dei giovani è rimasto lievemente ferito dopo essere stato colpito a cinghiate, il ragazzino è stato medicato in ospedale a Desio. Altri quattro adolescenti, invece, sono stati rapinati dagli 'avversari'. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, un gruppo di ragazzi farebbe parte di una squadra di calcio di Monza, l'altro, invece, di Verano. A scatenare la rissa sarebbe stata una discussione in campo durante l'ultimo incontro avvenuto lo scorso 20 gennaio. La partita era degenerata in parapiglia anche sugli spalti coinvolgendo anche i genitori dei ragazzi in campo. I carabinieri stanno risalendo all'identità dei giovani coinvolti che ora rischiano accuse per rissa e rapina.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.