Val Masino, sindaco della Valtellina vieta la pratica dell’eliski

Lombardia
soccorsi-montagna-ansa

“La risalita con gli elicotteri dei versanti della montagna per poi effettuare le discese con gli sci ai piedi è una pratica invasiva” ha spiegato il primo cittadino 

Giro di vite imposto dal Comune di Val Masino, in provincia di Sondrio, contro la pratica dell’eliski, ovvero la risalita con elicotteri dei versanti della montagna per poi effettuare le discese con gli sci ai piedi. Il sindaco, Simone Songini, ha firmato un'ordinanza di divieto assoluto nella zona del territorio comunale, dove molti turisti la effettuano, ossia la Val Merdarola.

Pratica invasiva

“È una pratica invasiva – ha spiegato il primo cittadino Songini - che tanti effettuano in un'area situata accanto a un Sic (Sito di interesse comunitario) e a una Zps (Zona di protezione speciale) lungo le rotte di migrazione dell'avifauna”. Inoltre la vallata alpina oggetto del provvedimento del sindaco si trova in posizione frontale, rispetto alla Riserva naturale della Val di Mello, istituita nel 2009. “L'eliski disturba gli animali e non è rispettoso della montagna. Diciamo no a un turismo che la danneggia”, dicono gli amministratori del piccolo paese della Valtellina.

Milano: I più letti