Rapina in gioielleria a Milano, in carcere tre pregiudicati

Lombardia
Foto di Archivio (Agenzia Fotogramma)

Si tratta di Raffaele Tatullo, 47 anni, Sergio Di Ceglie, 56, e Antonio Faulisi, 51. Sono stati arrestati per la rapina commessa il 30 gennaio 2018 in una oreficeria di via Mac Mahon

La polizia ha arrestato tre pregiudicati per la rapina commessa il 30 gennaio 2018 in una oreficeria di via Mac Mahon, a Milano, durante la quale avevano portato via 200 orologi dal valore complessivo di 40mila euro, dopo aver legato le due titolari.

Gli arrestati

Si tratta di Raffaele Tatullo, 47 anni, Sergio Di Ceglie, 56, e Antonio Faulisi, 51. I primi due erano già in carcere a San Vittore da pochi mesi per un'altra indagine legata a reati contro il patrimonio commessi in concorso; Faulisi è stato catturato a Colle Val D'Elsa, in provincia di Siena.

La rapina del 30 gennaio 2018

Il 30 gennaio dello scorso anno i tre sono entrati nel negozio fingendosi clienti. Hanno immobilizzato le due donne all'interno, le hanno legate alla sedia con il nastro adesivo e poi hanno svuotato le vetrine, dopo aver abbassato le serrande. Infine, hanno preso le registrazioni delle telecamere a circuito chiuso e sono scappati.

Analisi dei filmati

Gli investigatori hanno dovuto analizzare ore di filmati delle telecamere installate in strada per risalire a tre vetture che nei giorni precedenti hanno percorso diverse volte quel tratto di strada per effettuare il sopralluogo. A quel punto sono arrivati ai titolari delle vetture, i tre pregiudicati ben noti alle forze dell'ordine.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.